Quantcast

Capri, Silvio Staiano: “Bisogna proteggerla, non usarla per la propaganda politica!”

Capri, Silvio Staiano: “Bisogna proteggerla, non usarla per la propaganda politica!”. Riportiamo di seguito le parole che Silvio Staiano ha scritto in un post pubblicato sul suo profilo Facebook:

Bisogna proteggere Capri, non usarla per la propaganda politica!

Domani mattina alle 11 in Piazzetta a Capri è annunciata la presenza di Vincenzo De Luca che incontrerà i nostri sindaci Marino Lembo e Alessandro Scoppa e presumo voglia parlare alla popolazione per raccogliere consensi sottolineando che ha voluto privilegiare gli isolani, contravvenendo però alle direttive ( o alle indicazioni) dettate dal Generale Figliuolo e quindi, di fatto, sottraendo le dosi dei vaccini a persone più bisognose.

E’ evidente che vorrà attirare clamore mediatico per annunciare il più utopistico ed inveritiero slogan: “Capri-Covid Free” del quale, mi auguro, non avremo mai a pentircene. Tutto ciò quando tutti noi sappiamo che è stata vaccinata, completamente, appena il 10% della popolazione isolana. E che comunque il vaccino non rende immuni per nulla…..

Ancora una volta il nome di Capri verrà usato ed abusato da questo signore che ha già dimostrato di NON avere interesse e quindi a cuore Capri e la vita degli isolani, ma solo di sé stesso Ed allora, QUALE MIGLIORE OCCASIONE, sarebbe dovere morale, etico e politico dei nostri sindaci domattina non stare lì e sottostare a quella che è una “passerella” annunciata bensì a sottolineare e chiedere conto di come si possa restare indifferenti di fronte a disservizi e diritti calpestati che, in ordine sparso, elenco di seguito:

– Incuria ed inefficienza strutturale dell’Ospedale privato di quasi tutte le specializzazioni nonchè persino degli ambulatori. Indegno per una meta del Jet Set Internazionale con cui si riempie la bocca, recentemente, il governatore De Luca.

– Assenza di una elisuperficie per i soccorsi in adiacenza dell’unico Ospedale dell’Isola.

– Molo di Capri in pessime condizioni. Si allaga con pozzanghere da terzo mondo. Assenza di Pensiline di protezione e di sale d’attesa o riparo in caso di emergenza meteo.

– Circolazione, ancora oggi, dei fatiscenti Bus EUROZERO banditi da tutte le Leggi ma “salvati” da una deroga proprio della Regione.

– Assenza di collegamenti da e per Napoli e Sorrento, in particolare d’inverno, ma anche in piena estate (per Sorrento terminano intorno alle 18), orari indegni per una società civile, che non garantiscono la continuità territoriale.

– Pericolosità sociale, etica e morale della adottanda strategia (ai limiti della discriminazione razziale e violativi diritti umani e costituzionali) del Pass vaccinale – green card che oltre ad essere un obbrobrio potrà fungere da grave deterrente per la ripresa economica in quanto fungerà da dissuasore per quei pochi “coraggiosi” turisti che vorranno raggiungere la Campania.

Visto il fallimento della politica di contenimento del Virus che ha visto De Luca sfigurare, dopo essersi preso i meriti nel 2020, facendo precipitare negli ultimi mesi la Campania tra le peggiori regioni d’Italia per numero di contagi e morti, visto il fallimento della APP Immuni e visto il quadro desolante che emerge all’Estero per effetto della sua comunicazione talvolta “grottesca” appare inverosimile che i sindaci lo accolgano, dandogli ancora credito, senza in cambio pretendere GARANZIE per almeno alcuni dei punti da me sopra richiamati.

Commenti

Translate »