Quantcast

Capri, martedì riapre Anema e Core. Gianluigi Lembo: «Tanta voglia di ricominciare, siamo pronti a regalare emozioni

Capri, martedì riapre Anema e Core. Gianluigi Lembo: «Tanta voglia di ricominciare, siamo pronti a regalare emozioni. Riportiamo di seguito l’intervista realizzata da Anna Maria Boniello in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Nell’isola azzurra Covid free riparte anche il by night: martedì riaprirà infatti l’Anema e Core, la taverna «vipposa» più nota nel mondo, costretta l’estate scorsa a vivere una stagione breve e complicata, chiusa già a Ferragosto. Entusiasta Gianluigi Lembo, patron del locale insieme al padre Guido: «Siamo prontissimi – dice – a regalare emozioni ai nostri ospiti».

Come vivete questa nuova apertura, questo nuovo inizio dopo un anno così tormentato?
«Con tanta voglia di ricominciare, ci è mancato tantissimo l’affetto dei nostri aficionados, la musica dal vivo, la spensieratezza e l’atmosfera tutta Anema e Core. Speriamo sia davvero una rinascita, un nuovo inizio: siamo fiduciosi che con il progredire della campagna vaccinale e la graduale diminuzione dei contagi in tanti vengano per cercare momenti di buonumore insieme a noi».

Come funzionerà la Taverna? Le norme antiCovid restano rigorose, come ne garantirete il rispetto?
«Riapriremo in sicurezza, con un sistema di prenotazioni che garantiscano un flusso controllato di ospiti. Il locale è grande e con aree ben diversificate tra il bar e la band, il sistema di areazione è stato studiato ad hoc. Capri è già oggi un’isola virtuosa, perché interamente vaccinata. L’isola può diventare un modello per la gestione della pandemia, e simbolo della ripresa economica».

L’Anema e Core in versione Cenerentola, tutti a casa a mezzanotte. Che cosa cambia per voi?
«Grazie anche alla nostra cantina, che vanta centinaia di etichette prestigiose, proponiamo agli ospiti di venire in Taverna già dalle 19 per un aperitivo con musica dal vivo. Poi di volta in volta ci adegueremo al coprifuoco in vigore. Sperimentiamo una nuova Anema e Core, che apre al tramonto e chiude a mezzanotte».

Però non si potrà ballare.
«Almeno per ora no. Sulle note della Anema e Core Band, capitanata da me in coppia fissa ormai da 4 anni con papà Guido, il pubblico ci accompagnerà dal tavolo con i nostri tamburelli, mentre gusta degli appetizers e una flûte di champagne con tanto di etichetta personalizzata».

In questo lungo anno avete avuto contatti con i vostri habituè, vi hanno chiesto notizie sulla riapertura?
«Sì, tantissimi, c’è chi scrive anche sui social perché vorrebbe prenotare, o sapere se quel tavolo è libero. Il turismo, soprattutto quello internazionale, è fatto di programmazione. Mi ha colpito che in piena pandemia in molti abbiano acquistato tramite il nostro e-commerce le nostre t-shirt e i panama Anema e Core, una maniera anche quella di esserci vicini e di supportarci».

Commenti

Translate »