Quantcast

Bonus vacanze 2021 prorogato fino al 30 giugno 2022. Ecco le novità

Il Bonus vacanze 2021 viene prorogato fino al 30 giugno 2022 secondo quanto previsto dall’emendamento al Decreto Sostegni. Il ministero del Turismo ha presentato un emendamento al decreto legge Sostegni contenente alcune modifiche sulle modalità di fruizione del bonus.

L’emendamento prevede oltre alla proroga fino a giugno 2022, la possibilità di cedere il bonus alle agenzie di viaggio o l’autorizzazione a poter usufruirne per più di una volta per strutture e periodi diversi.

Come previsto dagli emendamenti approvati il 5 maggio:

“All’articolo 88-bis del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, le parole: ”diciotto mesi”, ovunque ricorrano, sono sostituite dalle seguenti: ”ventiquattro mesi” e al comma 10, è aggiunto il seguente periodo: ”Con il consenso delle parti, in tali casi, il voucher può essere ceduto dal beneficiario all’agenzia di viaggio, ovvero, può essere emesso direttamente in favore di quest’ultima, nei casi in cui il pagamento o la prenotazione sia stato effettuato dalla stessa.”

La Fenailp – Federazione Nazionale Autonoma Imprenditori e Liberi Professionisti – ci guida alla scoperta delle novità.

Il bonus vacanze consiste in un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia.

Possono ottenere il bonus vacanze i nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro. L’importo del bonus è così suddiviso:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone;
  • 300 euro da due persone;
  • 150 euro da una persona.

Il bonus può essere richiesto e viene erogato esclusivamente in forma digitale tramite l’APP IO.

Per beneficiare del Bonus vacanze, è necessario che un componente del nucleo familiare sia in possesso:

  • Identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettronica).

L’importo del bonus sarà riconosciuto attraverso un codice identificativo associato a un QR code da presentare, con il codice fiscale alla struttura ricettiva, il quale riceverà automaticamente il rimborso come credito d’imposta.

Bonus vacanze: proroga a giugno 2022? L’emendamento prevede oltre alla proroga fino a giugno 2022, la possibilità di cedere il bonus alle agenzie di viaggio o l’autorizzazione a poter usufruirne per più di una volta per strutture e periodi diversi.

Il Bonus vacanze, introdotto dall’articolo 176 del DL numero 34 del 19 maggio 2020, nato con la finalità di sostenere il settore turistico, ovvero uno dei settori maggiormente colpiti, consiste in uno sconto sull’importo dovuto per l’80% ed in una detrazione per il 20%.

Il Bonus Vacanze è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021 per chi ne ha fatto richiesta. Ciò significa che non è più possibile fare domanda ma chi l’ha richiesto ha tempo fino al 31 dicembre 2021 per utilizzarlo.

Attualmente, il bonus vacanze:

  • Può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto;
  • Può essere utilizzato in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast);
  • Fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore;
  • Il 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale).
  • Il Bonus vacanze sarà rimborsato all’albergatore sotto forma di credito d’imposta utilizzabile, senza limiti di importo in compensazione, o cedibile anche a istituti di credito.

L’emendamento al decreto Sostegni allungherebbe quindi la scadenza del bonus vacanze e consentirebbe di utilizzare il bonus anche a rate e non esclusivamente in un’unica soluzione.

Commenti

Translate »