Quantcast

Auditorium Oscar Niemeyer: “doppio” restyling di struttura e dei rapporti fra Comune e Fondazione Ravello. La dichiarazione del Sindaco

Più informazioni su

Auditorium Oscar Niemeyer: “doppio” restyling di struttura e dei rapporti fra Comune e Fondazione Ravello. La dichiarazione del Sindaco.

“Il restyling dell’Auditorium Oscar Niemeyer finanziato dalla Regione Campania, è il punto di arrivo o meglio il punto di partenza di un rinnovato spirito di osmosi e sinergia fra il Comune e la Fondazione Ravello, croce e delizia anche di chi ci ha preceduto, ma cuore pulsante del nostro programma amministrativo. Un obiettivo che si è concretizzato in una mia azione decisa, costante, battagliera per certi aspetti.

Troppo spesso in passato, si è insistito su un concetto divenuto quasi astratto, quello di centralità del Comune. Oggi questa centralità è palese, oggettiva: ha numeri, volti, misure, scadenze, date, obiettivi.

Da locuzione astratta si è oggi tradotta in un dialogo nuovo fra le due istituzioni, in uno scambio che mira a sintetizzare in maniera egregia il “Progetto Ravello” che non è un progetto ascrivibile, per meriti, ad una sola entità, ma il concorso di più forze, di più strategie, di interessi che virano per l’interesse comune, del territorio, della collettività, della salvaguardia di un patrimonio unico al mondo.

Ecco perché mi piace guardare a questo intervento di restyling in maniera quasi simbolica: è il restyling più generale dei rapporti fra le due Istituzioni, l’inaugurazione di un nuovo percorso fatto di strategie condivise, comuni, vagliate, magari anche contrastate, ma sempre nell’ottica del confronto che porta a casa un risultato certo, concreto.

Il nostro risultato, quello della mia compagine amministrativa, oggi, come dicevo, è finalmente sotto gli occhi di tutti.

Un finanziamento di 368.041, 96 euro mirato, nella sua finalità più generale, palese e oggettivamente comprensibile, a riportare alla giusta dignità e al meritato decoro una struttura ereditata dalla passata amministrazione in una condizione fatiscente e pericolante.

Gli esordi del progetto originario, tesi specificatamente alla impermeabilizzazione della calotta, compromessa oltre che dalle infiltrazioni, dall’esposizione naturale alle intemperie e ai venti e, negli ultimi tempi, a stagioni estremamente piovose, si sono arricchiti di una necessaria variante in corso d’opera che ha interessato la guaina cementizia, compromessa ed usurata, e in fase di distacco, nociva scorciatoia per gli agenti esogeni che hanno facilmente raggiunto lo strato di malta cementizia sottostante, ugualmente ammalorato ed in fase di distacco.

Tralasciando i tecnicismi, l’intervento complessivo riguarda l’intero edificio e prevede la sostituzione di alcune superfici vetrate, interne ed esterne, la sanificazione e pulizia delle superfici pavimentate. Ho avanzato e ottenuto,  anche grazie alla disponibilità e alla sensibilità del Commissario della Fondazione Ravello, l’avv. Almerina Bove, un ulteriore finanziamento di 50.000 euro per i lavori di manutenzione straordinaria del Piazzale dell’Auditorium attraverso la rimodulazione delle risorse economiche del POC 2020 della Regione Campania.

L’insieme degli interventi garantirà una struttura sicura, bella, accogliente e costituirà la chiave di volta nel necessario processo di destagionalizzazione che è innanzitutto rispetto e gestione illuminata del patrimonio culturale.

Mi riconosco una sana ostinazione nel perseguire gli obiettivi, lo testimonia un altro tassello raggiunto dalla nostra Amministrazione, il contratto di comodato d’uso dell’Auditorium Oscar Niemeyer approvato con delibera di giunta n° 69 del 18 giugno 2020, un atto che ha suggellato la mission che accomuna l’ente comunale e la Fondazione Ravello: la tutela, il rispetto e la valorizzazione del nostro amato paese.

Una nuova stagione per tutti, insomma. Metaforicamente posso affermare che, in linea generale, era davvero arrivato il momento di “ eliminare gli strati ammalorati dalle intemperie”.

E direi che abbiamo mantenuto la promessa.

Più informazioni su

Commenti

Translate »