Quantcast

Amalfi, Luna Rossa super-parcheggio si allaga

Più informazioni su

Amalfi, Luna Rossa super-parcheggio si allaga. Piove nel maxi-parcheggio: infiltrazioni d’acqua nella roccia. È allarme ad Amalfi: è per questo che il Comune ha disposto il bando per l’affidamento del progetto dei lavori di manutenzione del parcheggio “Luna Rossa”, a causa delle infiltrazioni d’acqua che si sono registrate negli ultimi mesi. Per sua natura un parcheggio scavato nella roccia, come quello all’ingresso del paese capofila della Divina, è esposto a problematiche di questo tipo. Purtroppo, però, nei giorni nei quali si verificano piogge di forte intensità la situazione all’interno del Luna Rossa diventa assai complessa. I cittadini che ne usufruiscono sono costretti a fare i conti con pozze d’acqua di grossa portata che si creano a causa delle infiltrazioni. Per cercare di risolvere questa problematica l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco
Daniele Milano , affiderà a un professionista il compito di fare un’analisi approfondita delle cause delle infiltrazioni, indicando le possibili strade da percorrere per risolverla definitivamente, per una spesa di 15mila euro. Il parcheggio “Luna Rossa “ha cambiato il volto di Amalfi e della Costiera Amalfitana. Fino al 2011 il problema della sosta delle auto risultava assai complesso da risolvere.
Grazie allo sbancamento di ben 40mila metri cubi di roccia è stato possibile realizzare la struttura multipiano che ogni giorno ospita centinaia di auto e moto. Una vera e propria boccata d’ossigeno anche per il comparto turistico che può sfruttare questa risorsa a piene mani. Il tunnel pedonale, lungo poche centinaia di metri, che lo collega al centro della città, fa da trait d’union tra il parcheggio e il cuore di Amalfi. I lavori di progettazione e realizzazione dell’opera sono stati abbastanza complessi con la spesa lievitata a circa 10 milioni di euro, rispetto ai 5 milioni iniziali. Un investimento non solo del comune di Amalfi, della provincia di Salerno o della Regione Campania, ma dell’intera collettività che ha ceduto un tratto del costone che costeggia la statale 163 in nome del progresso e dell’accoglienza.
Ora, però, è il momento di salvaguardare questo investimento, di tutelarlo anche da quelli che sono gli ostacoli che pone la natura. I temporali sono un evento normale, consueto e non straordinario, quindi bisogna farsi trovare pronti quando questa eventualità si trasforma in realtà. Proprio per questo motivo gli interventi per i quali il comune di capofila della Divina ha disposto l’affidamento per l’analisi e progettazione risultano estremamente importanti. Ogni giorno centinaia di residenti
utilizzano la struttura per posteggiare la propria auto. Nel periodo estivo il numero di vetture che necessità della sosta aumentano in maniera esponenziale: è fondamentale risolvere la problematica delle infiltrazioni nel più breve tempo possibile.
Salvatore Serio
Piove nel maxi-parcheggio: infiltrazioni d’acqua nella roccia. È allarme ad Amalfi: è per questo che il Comune ha disposto il bando per l’affidamento del progetto dei lavori di manutenzione del parcheggio “Luna Rossa”, a causa delle infiltrazioni d’acqua che si sono registrate negli ultimi mesi. Per sua natura un parcheggio scavato nella roccia, come quello all’ingresso del paese capofila della Divina, è esposto a problematiche di questo tipo. Purtroppo, però, nei giorni nei quali si verificano piogge di forte intensità la situazione all’interno del Luna Rossa diventa assai complessa. I cittadini che ne usufruiscono sono costretti a fare i conti con pozze d’acqua di grossa portata che si creano a causa delle infiltrazioni. Per cercare di risolvere questa problematica l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco
Daniele Milano , affiderà a un professionista il compito di fare un’analisi approfondita delle cause delle infiltrazioni, indicando le possibili strade da percorrere per risolverla definitivamente, per una spesa di 15mila euro. Il parcheggio “Luna Rossa “ha cambiato il volto di Amalfi e della Costiera Amalfitana. Fino al 2011 il problema della sosta delle auto risultava assai complesso da risolvere.
Grazie allo sbancamento di ben 40mila metri cubi di roccia è stato possibile realizzare la struttura multipiano che ogni giorno ospita centinaia di auto e moto. Una vera e propria boccata d’ossigeno anche per il comparto turistico che può sfruttare questa risorsa a piene mani. Il tunnel pedonale, lungo poche centinaia di metri, che lo collega al centro della città, fa da trait d’union tra il parcheggio e il cuore di Amalfi. I lavori di progettazione e realizzazione dell’opera sono stati abbastanza complessi con la spesa lievitata a circa 10 milioni di euro, rispetto ai 5 milioni iniziali. Un investimento non solo del comune di Amalfi, della provincia di Salerno o della Regione Campania, ma dell’intera collettività che ha ceduto un tratto del costone che costeggia la statale 163 in nome del progresso e dell’accoglienza.
Ora, però, è il momento di salvaguardare questo investimento, di tutelarlo anche da quelli che sono gli ostacoli che pone la natura. I temporali sono un evento normale, consueto e non straordinario, quindi bisogna farsi trovare pronti quando questa eventualità si trasforma in realtà. Proprio per questo motivo gli interventi per i quali il comune di capofila della Divina ha disposto l’affidamento per l’analisi e progettazione risultano estremamente importanti. Ogni giorno centinaia di residenti
utilizzano la struttura per posteggiare la propria auto. Nel periodo estivo il numero di vetture che necessità della sosta aumentano in maniera esponenziale: è fondamentale risolvere la problematica delle infiltrazioni nel più breve tempo possibile.

Più informazioni su

Commenti

Translate »