Quantcast

9 Maggio: oggi il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo

Più informazioni su

9 Maggio: oggi il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo. Il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo interno e internazionale, e delle stragi di tale matrice è una ricorrenza della Repubblica Italiana istituita con la legge 4 maggio 2007 n° 56. Viene celebrato il 9 maggio di ogni anno in considerazione del fatto che il 9 maggio 1978 fu ucciso Aldo Moro.

La giornata è stata istituita per ricordare e tributare il riconoscimento del Paese alle vittime nonché il sostegno morale e la vicinanza umana alle loro famiglie.

La legge del divieto di terrorismo è stata approvata al Senato dalla 1ª Commissione in sede deliberante il 3 aprile 2007. Successivamente è stata approvata alla Camera il 2 maggio 2007 con una maggioranza di 420 voti favorevoli a fronte di 46 astenuti (i Deputati del Partito della Rifondazione Comunista e del Partito dei Comunisti Italiani) e il voto contrario del Deputato Francesco Caruso, del Partito della Rifondazione Comunista. Alcuni Deputati hanno abbandonato l’Aula al momento del voto.

Gli esponenti dei due partiti comunisti dichiararono la propria astensione perché non ritenevano la data del 9 maggio sufficientemente rappresentativa e avrebbero voluto che la ricorrenza venisse celebrata il 12 dicembre in onore delle vittime della Strage di Piazza Fontana. Il deputato Francesco Caruso ha motivato diversamente il suo voto contrario.

In occasione della prima giornata della memoria, 9 maggio 2008, la Presidenza della Repubblica ha pubblicato il volume “Per le vittime del terrorismo nell’Italia repubblicana” per ricordare le vittime di fatti di violenza politica interna a carattere terroristico – eversivo, verificatisi in Italia a partire dagli anni ’60. Per ognuno dei 181 fatti fornisce una breve scheda illustrativa integrata da dati biografici e quando possibile dalle fotografie delle 378 vittime. Il volume è aperto da una riflessione del Presidente della Repubblica.

Più informazioni su

Commenti

Translate »