Quantcast

23 Maggio: ventinove anni fa la Strage di Capaci

Più informazioni su

23 Maggio: ventinove anni fa la Strage di Capaci. La strage di Capaci fu un attentato di stampo terroristico – mafioso compiuto da Cosa Nostra il 23 maggio 1992 nei pressi di Capaci (sul territorio di Isola delle Femmine) con una bomba composta da 500 kg di tritolo, per uccidere il magistrato antimafia Giovanni Falcone. Gli attentatori fecero esplodere un tratto dell’autostrada A29, alle ore 17:57, mentre vi transitava sopra il corteo della scorta con a bordo il giudice, la moglie e gli agenti di Polizia, sistemati in tre Fiat Croma blindate.

La prima auto blindata, con i poliziotti Antonino Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo, venne scaraventata oltre la carreggiata opposta di marcia, su un pianoro coperto di ulivi. La seconda Croma, guidata dallo stesso Falcone, si schiantò contro il muro di detriti della profonda voragine aperta dallo scoppio. L’esplosione divorò un centinaio di metri di autostrada.

Oltre al giudice, morirono altre quattro persone: la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato, e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Vi furono 23 feriti, fra i quali gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l’autista giudiziario Giuseppe Costanza.

Oggi, domenica 23 maggio 2021, sono trascorsi ben ventinove anni da quanto accaduto quel giorno, e la memoria non si ferma, neanche a causa delle restrizioni dovute a causa del Covid. A Palermo, infatti, saranno diverse le iniziative.

Il momento centrale delle manifestazioni è l’incontro alle 8:50, nell’aula bunker dell’Ucciardone dove si celebrò il maxiprocesso alla mafia, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, i ministri Patrizio Bianchi (Istruzione), Luciana Lamorgese (Interno), Marta Cartabia (Giustizia), Mara Carfagna (Sud e Coesione territoriale), e con il capo della polizia, Lamberto Giannini.

Dopo, il ministro Bianchi visiterà l’istituto comprensivo Rita Borsellino. Poi inaugurerà “Spazi Capaci”, un progetto di design sociale curato da Alessandro de Lisi che si propone di riconquistare gli spazi urbani attraverso le opere di alcuni artisti.

Alle 10:15 Mattarella, accompagnato dal capo della polizia Giannini, deporrà una corona d’alloro nell’Ufficio scorte della caserma Lungaro, presso la lapide che ricorda i Caduti degli attentati di Capaci e via D’Amelio.

Alle 17,58, l’ora della strage, torna l’appuntamento all’albero Falcone, in via Notarbartolo, davanti all’edificio in cui abitava il magistrato. Qui sarà eseguito il ‘Silenzio’ in onore delle vittime. Nello stesso momento allo stadio Barbera, l’arbitro interromperà per un minuto la gara Palermo-Avellino per i play off di serie C.

Alle 19 padre Sergio Catalano guiderà la cerimonia religiosa a San Domenico, dove Giovanni Falcone è sepolto.

Più informazioni su

Commenti

Translate »