Quantcast

Verso il primo weekend “libero”, si prevede il tutto esaurito in Costiera amalfitana. Il primo maggio un test foto

Da Positano ad Amalfi il ponte del primo maggio test per la stagione turistica. Per la prima volta da oltre un anno, gli italiani – quasi tutti- potranno passare il primo weekend di festa in ” libertà”, o comunque con un sensibile allentamento delle restrizioni. Il fine settimana del primo maggio sarà il primo vero test non solo per verificare l’andamento della curva dei contagi, ma anche – e soprattutto – per il rilancio del turismo, uno dei settori maggiormente messo alle strette dai provvedimenti anti-covid.

Dopo la seconda Pasqua in lockdown e un Natale in zona rossa, l’Italia torna a sperare, seppur con un invito generale a rispettare le norme, su tutte il distanziamento e l’obbligo della mascherina. “L’apertura dei negozi è l’occasione per ripartire”, spiega il presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, Renato Borghi. “Se le aziende chiudono – prosegue – non ci sarà più futuro per molti imprenditori e lavoratori con le loro famiglie, ma anche per le nostre città che rischiano una progressiva ed inesorabile desertificazione”.

Con il ritorno della Campania in zona gialla, le compagnie di navigazione hanno implementato i collegamenti marittimi con Capri , Ischia e Procida, che tra pochi giorni diventerà la prima isola covid free del Paese. Cominciano a riaprire hotel e ristoranti un po’ ovunque e sui litorali i posti a sedere all’aperto, gli unici disponibili in base alle restrizioni, sono sold out ormai da giorni. In Costiera Amalfitana saranno organizzate manifestazioni all’aperto nel rispetto delle norme, con il sindaco di Minori, Andrea Reale, referente della conferenza dei sindaci della Costa d’ Amalfi ,  che ha lanciato un appello al rispetto delle regole.

 

 

Commenti

Translate »