Quantcast

Superlega: il parere degli esperti ai microfoni della nostra redazione segui la diretta

Ai microfoni della nostra redazione sportiva abbiamo ascoltato il parere degli addetti ai lavori che hanno spiegato il loro punto di vista sulla nascita della Superlega. Nel programma Football After Eight di Gigione Maresca, sono intervenuti il mister Ernesto Apuzzo e i due ex giocatori del Napoli Massimiliano Esposito e Nicola Mora. “Sono contentissimo della nascita di questa Superlega – afferma Apuzzo – perché noi onesti e puri andiamo avanti anche se vince sempre il male perché questa Superlega è il male del calcio. Concordo con il nostro presidente degli allenatori Renzo Ulivieri e Walter Sabatini che si è espresso addirittura in maniera dispregiativa nei confronti di questa novità costituita da club super indebitati che andranno ad appianare il debito monstre che hanno, una Superlega di falliti insomma. Finalmente il lunedì non parleremo più della Juve che ha rubato, non parlemo dell’ennesimo rigore regalato al Milan e potremo farci un campionato tra onesti”. “Non ci sarà più Napoli-Juve ma nasceranno altre gare su cui puntare – continua Esposito – ci sarà un campionato più equilibrato. Sicuramente questo fa male al calcio ma per la Serie A potrebbe essere una rinascita che darebbe spazio a nuove società di poter investire grazie alla mancanza di questi colossi come Juve, Inter e Milan”. Del parere contrario è Nicola Mora che afferma: “Questa è la morte dello sport perché creare un qualcosa per falsare il calcio degli ultimi 100 anni non è bello. Per il Napoli cambia poco perché gli azzurri sono estromessi da questa competizione ma dividere il calcio in quello dei ricchi e quello dei poveri senza una equità e senza meritocrazia, è una sconfitta”.

Commenti

Translate »