Quantcast

Salerno, la zona rossa non rallenta i contagi

Più informazioni su

Salerno, la zona rossa non rallenta i contagi. La zona rossa, nel salernitano, non funziona. Sono 14mila, stando ai dati forniti dall’Unità di crisi, i nuovi casi emersi in provincia nel corso del mese scorso, per una media di 3.500 contagi a settimana. A febbraio erano stati poco più di 9mila. A marzo, dunque, nonostante le restrizioni, si registra un incremento di 5mila casi. Sono 481, intanto, i tamponi positivi comunicati a pasqua e pasquetta, di cui 345 sabato e 136 ieri. Da registrare anche due decessi, che portano così il numero dei morti a 60 nel Vallo di Diano. Lacrime per un 61enne di Polla e una 85enne di Sala Consilina. Un mese di zona rossa non frenano i contagi in provincia. Le misure restrittive, introdotte l’8 marzo scorso, non hanno sortito, almeno finora, gli effetti desiderati. La netta flessione della curva epidemica attesa a marzo, infatti, tarda a venire, con altri 14 mila casi rilevati dall’unità di crisi il mese scorso. A febbraio, prima che la Campania passasse in zona rossa, i contagi erano stati poco più di 9mila, quasi il doppio di quelli registrati a gennaio. Questo vuol dire, conti alla mano, un incremento di 5mila casi. Non è dato sapere, però, quanti siano a oggi i guariti e il numero complessivo dei decessi.
I NUMERI L’ultimo bollettino dell’Asl risale al 2 marzo scorso. Nell’occasione erano 42mila i contagi complessivi dall’inizio della pandemia, 598 i morti. Fino a quel momento, inoltre, erano 16mila 776 i guariti. Sono 136, intanto, su 983 processati, i tamponi positivi comunicati ieri dall’Unità di crisi, di cui ad Agropoli 1, Amalfi 3, Angri 2, Campagna 2, Capaccio Paestum 3, Castel San Giorgio 4, Cava de’ Tirreni 19, Ceraso 1, Colliano 3, Controne 5, Eboli 1, Montecorvino Pugliano 1, Montecorvino Rovella 2, Nocera Inferiore 5, Nocera Superiore 4, Oliveto Citra 1, Pagani 9, Pontecagnano Faiano 6, Positano 9, Prignano Cilento 1, Ravello 1, Roccadaspide 2, Roccapiemonte 3, Salerno 18, San Cipriano Picentino 7, San Marzano Sul Sarno 5, Sant’Egidio del Monte Albino 11, Sarno 7. Il giorno di pasqua, invece, erano stati 345, su 3504, i contagi, di cui ad Agropoli 1, Albanella 3, Angri 13, Atena Lucana 1, Baronissi 3, Battipaglia 10, Bellizzi 6, Buccino 1, Caggiano 4, Campagna 9, Capaccio Paestum 1, Castel San Giorgio 8, Castiglione del Genovesi 1, Cava de’ Tirreni 27, Colliano 1, Controne 1, Corbara 3, Eboli 12, Fisciano 4, Giffoni Sei Casali 5, Giffoni Valle Piana 1, Gioi 1, Mercato San Severino 5, Montano Antilia 1, Montecorvino Pugliano 7, Montecorvino Rovella 2, Montesano sulla Marcellana 2, Nocera Inferiore 16, Nocera Superiore 17, Novi Velia 1 (su 5 tamponi), Oliveto Citra 3 (su 26 tamponi), Padula 5 (su 23 tamponi), Pagani 17, Pellezzano 2, Polla 2, Pontecagnano Faiano 10, Postiglione 10, Ricigliano 1, Roccapiemonte 7, Sala Consilina 5, Salerno 13 (su 355 tamponi), San Cipriano Picentino 2, San Marzano sul Sarno 6, San Rufo 1, San Valentino Torio 13 (su 91 tamponi), Sant’Egidio del Monte Albino 6 (su 76 tamponi), Sanza 3, Sarno 25 (su 250 tamponi), Sassano 6, Scafati 18 (su 240 tamponi), Serre 4 (su 16 tamponi), Teggiano 4 (su 8 tamponi), Vallo della Lucania 6 (su 38 tamponi), Valva 9 (su 34 tamponi). Sale a 60 il numero dei decessi per covid nel Vallo di Diano. A pasqua è deceduto un 61enne di Polla, operaio della Comunità montana, ieri una 85enne di Sala Consilina. Entrambi erano ricoverati a Polla. Tra i positivi anche un bambino di 40 giorni, trasportato dal Ruggi al Santobono: non è in pericolo di vita.
LE INOCULAZIONI Sono andate avanti, nonostante le festività, le vaccinazioni nei punti di somministrazione degli ospedali di Scafati, Nocera Inferiore, Battipaglia, Eboli, Polla e Vallo della Lucania. Aperto anche il punto vaccinale nel teatro Augusteo di Salerno. Sono terminate, contestualmente, le convocazioni degli ultra 80enni. Questo vuol dire che hanno ricevuto tutti la prima dose. Entro fine aprile, dunque, si completerà con la seconda dose. A stretto giro dovrebbe chiudere il cerchio anche l’Asl. Quasi completata, nel frattempo, l’inoculazione del personale scolastico, così come si è a buon punto per le forze dell’ordine.

Fonte Il Mattino

Più informazioni su

Commenti

Translate »