Quantcast

Prorogata al 31 luglio la validità dei certificati di esenzione ticket

Prorogata al 31 luglio la validità dei certificati di esenzione ticket.

A causa dell’emergenza sanitaria e per evitare file e assembramenti agli sportelli delle aziende sanitarie locali, l’esenzione delle spese sanitarie per i cittadini con redditi bassi era già stata prorogata nei mesi scorsi. Un primo provvedimento stabiliva una scadenza dei ticket sanitari al 31 gennaio scorso. Poi c’è stata una proroga al 31 marzo e adesso un ulteriore allungamento dei tempi fino al 31 luglio.

Facendo seguito ai recenti provvedimenti di proroga delle esenzioni, in particolar modo alla DGR n.617 del 19.12.2020 e nella nota prot. 158516 del 23.03.2021, nonché alla mail del 6.04.2021 con la quale Ispettorato generale per la spesa Sociale della Ragioneria Generale dello Stato ha evidenziato che “d’intesa con il Ministero della salute, che, al fine di evitare disagi agli assistiti interessati e tenuto conto del perdurare dello stato di emergenza fino al 30/04/2021, il Sistema TS procederà a prorogare le certificazioni in oggetto fino al 30 luglio 2021, ai sensi dell’art.103, comma 2, del DL n.18 del 17/3/2020, come modificato dalla legge di conversione n.27 del 24/4/2020″, si comunica che:

  • le certificazioni di esenzioni da reddito degli anni 2019 e  2020;
  • le certificazioni delle esenzioni per patologie croniche, per malattie rare o per condizione del paziente;
  • le autocertificazioni per le esenzioni da reddito per i codici E00, E01, E02, E03, E04, E10, E11, E12, E13, E14;
  • il termine per la presentazione delle autocertificazioni per le esenzioni da reddito,

sono ulteriormente prorogati fino al 31.07.2021.

Fino a tale data conservano validità le certificazioni e le autocertificazioni presentate per l’anno 2019. Qualora il paziente perda i requisiti richiesti deve darne comunicazione al Distretto Sanitario di competenza e, in ogni caso, astenersi dall’utilizzo delle esenzioni.

Al fine di semplificare la gestione tecnica dei codici regionali di esenzione per reddito, dal 1.05.2021, i codici, sia quelli prorogati che quelli introdotti dalla succitata DGR 617/2020, saranno unificati. I titolari dei vecchi codici conserveranno, per tutto il periodo di proroga, il loro diritto, ma il codice di esenzione sarà convertito, come di seguito dettagliato:

  • codice scaduto e prorogato E10 sarà convertito in E20
  • codice scaduto e prorogato E11 sarà convertito in E21
  • codice scaduto e prorogato E12 sarà convertito in E22
  • codice scaduto e prorogato E13 sarà convertito in E23
  • codice scaduto e prorogato E14 sarà convertito in E24

I MMG e/o PLS potranno, pertanto, utilizzare il codice di esenzione scaduto o in scadenza entro il 30 aprile 2021, su richiesta del paziente, con l’avvertenza, che dal 1.05.2021, per quanto riguarda le esenzioni da reddito, il Sistema TS riconoscerà solo i nuovi codici.

In linea con i provvedimenti di contrasto alla diffusione del covid-19, adottati dalle Autorità competenti, che vietano gli assembramenti di chiede alle SS.LL. di pubblicare, con la massima urgenza consentita, cui siti istituzionali delle Aziende Sanitarie, dadone ampia informazione all’utenza, gli indirizzi di posta elettronica, possibilmente per distretto sanitario, ai quali i cittadini possono inoltrare richieste di chiarimento, nonché di rilascio o di rinnovo dei certificati di esenzione dai ticket sanitari.

Commenti

Translate »