Quantcast

Positano, stabilimenti balneari. Dal comune via libera a fine aprile ma si aprirà a giugno

Malumori per le concessioni delle boe

Più informazioni su

Positano (Salerno). La perla della Costiera amalfitana  pronta a riaprire. In un incontro al Comune i titolari degli stabilimenti balneari lungo la costa sono perplessi: «Il governo ipotizza il via per il 2 giugno, ma ancora non ci sono regole per la gestione delle spiagge». Insomma sembra di rivedere la stessa scena dell’anno scorso con il Governo e la Regione Campania che ipotizzavano vari scenari, col plexiglass, distanziati per cinque metri (ora si parla di dieci metri), insomma centinaia di articoli e si ricomincia daccapo.

Però quest’anno le cose sembrano addirittura peggiori del 2020, quando si sapeva che a metà maggio bene o male si riapriva. Qui si parla di giugno, se tutto va bene, visto che i vaccini vanno a rilento. Salvo miracoli per maggio sarà difficile vedere la riapertura e c’è molta incertezza, le prenotazioni infatti al momento non ci sono che per fine estate. Dunque a fine aprile si potrà montare col rischio di aspettare almeno un mese per riaprire.

Nel contempo alla Spiaggia Grande ci sono dei malumori per la concessione delle boe, quelle di due concessionari sarebbero state cedute a una terza attività facendo rimanere due senza boe. Al momento sono solo ipotesi, ma staremo a vedere che succede.

In tutto questo la Regione Campania ha lasciato il molo miseramente semidistrutto invece di approfittare del lockdown per il Covid-19 . Cominciare i lavori con la stagione iniziata è una follia nella follia, ma in una Regione dove non riescono neanche ad organizzarsi con i vaccini e fanno a scaricabarile col Governo, o viceversa, magari è il Governo che fa scaricabarile con la Regione, che ci aspettiamo?

Più informazioni su

Commenti

Translate »