Quantcast

Positano, paura per un boato a Liparlati: sindaco e Gemar rassicurano

L’intera comunità di Positano è rimasta attonita in seguito a quella che pareva essere una violenta esplosione nei pressi di un cantiere. Si tratta del luogo in cui proseguono i lavori per la realizzazione di un parcheggio interrato da 120 posti auto e l’ascensore per il cimitero che collegherà via Marcoli e via Liparlati per circa 70 metri di profondità.

Abbiamo prontamente contattato il sindaco di Positano Giuseppe Guida e Fabrizio Gargiulo, titolare della Gemar, ovvero la ditta incaricata all’esecuzione dei lavori. Entrambi rassicurano in merito alla vicenda. Si è trattato di un rimbombo, definito in termini tecnici effetto fucile. Tutto ciò è accaduto perché gli operai sono al lavoro per alcune prove di esplosione nella galleria che dovrà congiungersi con l’ascensore. Attualmente si è raggiunta una lunghezza di 10 metri, a fronte dei 30 che prevede il progetto. Causa del forte boato le micromine – già utilizzate in precedenza dagli stessi operai – che essendo esplose in uno spazio ristretto, hanno causato solo un forte rumore senza alcuna vibrazione.

Foto di copertina: Massimo Capodanno

Commenti

Translate »