Quantcast

Penisola sorrentina, Mario Iaccarino: “Cannavacciuolo grande opportunità per il territorio”. I complimenti da don Alfonso

Positanonews intervista in esclusiva Mario Iaccarino, figlio del patron del ristorante due stelle Michelin di Sant’Agata sui due Golfi a Massa Lubrense "Don Alfonso 1890", ecco cosa ne pensa della nuova attività in programma per Antonino Cannavacciuolo

La penisola sorrentina e Vico Equense è pronta ad accogliere la nuova attività di Antonino Cannavacciuolo. Il ritorno alle origini per Cannavacciuolo è apprezzato da molti, soprattutto dai suoi concittadini della frazione di Ticciano. I colleghi peninsulari di Antonino, tra l’altro, non hanno risparmiato complimenti e ammirazione per il gigante della gastronomia italiana.

Positanonews ha potuto intervistare in esclusiva Mario Iaccarino (a destra in foto), figlio dello chef don Alfonso, patron dell’omonimo ristorante a Sant’Agata sui due Golfi a Massa Lubrense. Mario è appena tornato dagli USA – dove don Alfonso ha finalmente aperto l’attività – e ci svela il suo pensiero riguardo questa nuova apertura che interesserà la costa di Sorrento.

La presenza di Cannavacciuolo in penisola sorrentina è una sfida? Assolutamente no – esordisce Mario, anzi è una grande opportunità per il territorio. Un grande risorsa e momento di crescita, oltre che miglioramento di tutto l’indotto. Non può che far bene a chi pensa alla qualità e alla professionalità.

Intanto procedono i lavori documentati in esclusiva da Positanonews. Saranno sei le camere, super accessoriate e di lusso, e per ognuna di queste vi sarà una persona come addetto. Immancabile la piscina riscaldata ed il ristorante, che troverà spazio nel piano inferiore, in quello che era l’antico frantoio.

Commenti

Translate »