Quantcast

Napoli. Scomparso, all’improvviso, il filosofo Ernesto Paolozzi.

Più informazioni su

Articolo di Maurizio Vitiello – Stroncato da un malore improvviso Ernesto Paolozzi.

L’amico-filosofo Ernesto Paolozzi, esponente di spicco del liberalismo italiano, grande studioso di Benedetto Croce, non c’è più; che rammarico profondo!

Si resta di stucco; ci costa questa notazione, ma è giusta e doverosa nei confronti della persona perbene, del competente studioso e dell’amico colloquiale.

Sono immensamente costernato; ora, ho appreso la notizia sconvolgente della scomparsa improvvisa dell’amico-filosofo Ernesto Paolozzi, che mi ha citato nella sua esposizione in una diretta web.

Ieri sono intervenuto, a latere, in una conversazione su FB sul suo ultimo libro, realizzato con Luigi Vicinanza, “Diseguali. ll lato oscuro del lavoro.”

E’ morto a 67 anni; se è andato all’improvviso, choccando tutto l’ambiente culturale napoletano e italiano.

Era fratello dell’attore Oscar Di Maio, nome d’arte di Oscar Paolozzi, padre del giornalista Mariano.

Era, particolarmente, amato per la sua energica e profonda cultura.

Di gran merito la sua fine qualità d’argomentazione.

Estremamente efficace era la sua fine analisi politica, sempre attenta e calibrata.

Di grande piacere erano le lunghe conversazioni con lui, ma mai estenuanti, sul profilo politico-economico.

E’ stato docente universitario al “Suor Orsola Benincasa”, oltre che convinto studioso di Croce e del liberalismo, nonché autore di saggi sulla bioetica.

E’ stato borsista egregio all’Istituto Italiano per gli Studi Storici, fondato da Benedetto Croce.

E’ stato vincitore della borsa di studio “Francesco Compagna” per gli Studi Meridionalistici.

Nel 1992 fu eletto consigliere comunale a Napoli.

Fondò l’associazione “G. Amendola” e la rivista “Studi Critici”.

Fu direttore scientifico della Fondazione Luigi Einaudi di Roma per il triennio 1992-1995.

Era apprezzato docente di Storia della filosofia contemporanea all’Università Suor Orsola Benincasa.

Insegnò presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e fu Presidente della Commissione per la Toponomastica del Comune di Napoli.

E’ stato membro del Comitato Scientifico dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici.

Ha pubblicato vari saggi, tra cui:

Il Partito democratico e l’orizzonte della complessità, Napoli, 2007.

Bioetica: una scienza per la vita, Milano, 2009.

Benedetto Croce e il metodo liberale, Ravenna, 2010.

Diseguali, il lato oscuro del lavoro, con Luigi Vicinanza, Napoli, 2018.

Cinque studi su Croce, Napoli, 2019.

E’ stato collaboratore di varie testate giornalistiche e si faceva sempre apprezzare per il garbo e la preparazione.

Da ricordare che Paolozzi, da giovane, giocava a calcio ed era un grande appassionato allo stadio.

Ricorderò la sua innata passione civile, le serate in amicizia spese tra la politica e l’amore per Napoli, a cui mancherà, e non poco.

 

Maurizio Vitiello

Più informazioni su

Commenti

Translate »