Quantcast

Irriconoscibile Sorrento contro il Lavello

I costieri subiscono un poker senza la benché minima reazione

 

Redazione – Quello visto allo stadio ‘Lo Russo’ Di Venosa è un inesistente Sorrento contro il Lavello.

I costieri subiscono un poker senza la benché minima reazione, eppure hanno tenuto botta nella prima frazione arrivando ad impensierire con Cunzi la porta difesa da Carretta, l’harakiri nella ripresa dove dopo la doppietta di El Ouazni, i rossoneri sono scomparsi specialmente in difesa, complice l’assenza di Cacace, e non hanno avuto un risveglio offensivo, nonostante gli avvicendamenti.

Il Lavello allenato dal figlio di Zdenek Zeman, Karel, ha una buona ed invalicabile organizzazione, ben supportato dall’ex Herrera, che è il metronomo dei lucani, hanno il bandolo della matassa specialmente nella ripresa.

Le reti – Un poker del Lavello che non ammette scuse da parte dei costieri.

I gialloverdi vanno in vantaggio al 19’ con una violenta palla a giro di Burzio dal limite che cozza contro la traversa e termina alle spalle di Scarano. Il raddoppio dei lucani arriva nella ripesa al 12’ con El Ouazni in rovesciata, su azione d’angolo battuto dalla sinistra, lo stesso attaccante si ripete dopo 5’ dopo un veloce contropiede di Burzio che serve Vitofrancesco che stampa la sfera contro la traversa, arriva il centravanti italo-marocchino che infila senza pietà.

Il poker lo mette a segno Longo con un rasoterra sul secondo palo di Scarano.

La gara – In avvio è stato equilibrata, vivace, con i lucani che prendono campo dopo il vantaggio, ma con il Sorrento che anche se costretto sulla difensiva, riesce a tenere testa ai quotati lavellesi.

La prima palla di un certo rilievo subito la costruisce su punizione al 1’ il Sorrento: la sfera decentrata di Cunzi sfiora il set alla sinistra di Carretta, gli risponde al 2’ Vitofrancesco che crossa per la testa El Ouazini, la palla è messa in angolo.

La rete del vantaggio da maggiore smalto ai locali, El Ouazini, vera spina per i costieri, mette largo di poco in rovesciata al 23’, Procida non demorde e mette sopra la traversa al 26’. I lavellesi hanno alto il baricentro e specialmente il pressing, questo fa si che il Sorrento deve ripartire dal basso ed agire a volte con lunghi rilanci. La prima frazione si chiude con un’occasione per parte: 43’ testa del solitario Longo che un reattivo Scarano respinge, al 45’ è la volta di Cunzi il cui secco diagonale è messo in angolo da Carretta.

Il Lavello non si accontenta del minimo vantaggio e ci prova all’11’ con la punizione di Longo, botta secca che l’estremo costiero respinge. La doppietta di El Ouazni praticamente chiude la gara, ma lo stesso non si accontenta ed al 26’ mette la sfera fuori a fil di palo. Longo chiude i conti e Marotta al 41’ tenta uno scavetto che non sorprende il portiere rossonero.

Nei minuti di recupero si vede il Sorrento: al 48’ la punizione di Cassata dai 20 metri è messa in angolo da Carretta, poi al 49’ la palla di testa di Liccardi sfiora il palo.

Finisce amaramente la trasferta pasquale lucana per i rossoneri, che ora hanno bisogno di un po’ di relax per la sosta di Pasqua, e poi subito a mettere la testa mentalmente alla gara casalinga dell’11 aprile contro il Francavilla e poi ci sarà la gara esterna infrasettimanale a Bitonto.

 

CAMPIONATO SERIE D 2020/21 – GIRONE H –  24^ GIORNATA – 7^ RITORNO

LAVELLO  – SORRENTO  4-0

Goal: 19’pt Burzio; st – 12’ e 17’ El Ouazni, 31’ Longo.

LAVELLO (4-3-3): Carretta; Vitofrancesco (33’st Migliorni ?), Garcia, Brunetti, Corna; Giunta (27’st Tuttisanti), Herrera, Longo (33’st Marotta); Burzio (19’st Liurni), El Ouazni, Militano (19’st Barbara).

A disp: Franetovic, D’Italia, Zullo, Esposito.  Allen: Karel Zeman.

SORRENTO (4-3-3): Scarano; Cesarano, Terminiello, Fusco, Masullo; La Monica, Mezavilla, Basile (21’st Vitale); Procida (29’st Cassata), Marino (5’st Liccardi), Cunzi (13’st Gargiulo Alf).

A disp: Orazzo, Somma, Gargiulo Als, Camara, Langella.  Allen: Pino La Scala.

Arbitro: Martina Molinaro di Lamezia Terme.

Assistenti: Massimiliano Starini (Viterbo) – Marco Colaianni (Bari).

Ammoniti: pt – 31’ Mezavilla (S), 39’ Giunta (L); st – 10’ La Monica (S), 41’ Vitale (S).

Note: Giornata serena, 21°; erba artificiale discreta; spettatori: gara a porte chiuse come da decreto ministeriale per il Covid-19. Gara giocata allo stadio ‘Lo Russo’ di Venosa.

Angoli: 13-2.  Recupero: 2’pt e 4’st.

GiSpa

 

Commenti

Translate »