Quantcast

Gran Bretagna riparte il turismo con le Crociere, ed è boom di richieste per la MSC di Aponte foto

Gran Bretagna riparte il turismo con le Crociere, ed è boom di richieste per la MSC di Aponte . Il turismo in Europa riparte dall’Inghilterra, mentre a Sorrento aspettano gli inglesi, una parte della penisola sorrentina ricomincia a lavorare con gli inglesi, visto che non solo il proprietario  è originario di Sant’Agnello , ma anche tanti valenti marittimi sono della nostra Penisola . La Gran Bretagna si preannuncia così il fulcro dell’attività croceristica in Europa per la prossima estate. Hanno già annunciato crociere domestiche per soli residenti P&O Cruises (con 2 navi), Cunard Line (con 1 nave), Princess Cruises (con 2 navi), Fred. Olsen Cruise Lines (con 2 navi), Viking Ocean Cruises (con 1 nave); a queste pare si potrebbe aggiungere anche Royal Caribbean International ed ovviamente MSC.

Quest’ultima probabilmente avrà un notevole vantaggio rispetto ai competitors. Infatti le altre compagnie tendenzialmente permetteranno l’imbarco ai soli vaccinati ed effettueranno la navigazione senza scali turistici. Invece la strategia della compagnia di Aponte sarà molto differente ed è delineata dalle parole di Antonio Paradiso, managing director di MSC Crociere per il Regno Unito e l’Irlanda, che ha confermato che a bordo potranno salire anche i non vaccinati. «Tutti i passeggeri saranno testati prima dell’imbarco; i viaggiatori non vaccinati saranno inoltre tenuti a presentare l’esito negativo di un tampone eseguito entro 72 ore prima dell’imbarco. Oltre al test richiesto dal protocollo e alla quarantena obbligatoria di 14 giorni prima dell’imbarco, l’equipaggio sarà sottoposto anche a tamponi settimanali, oltre che ad altre misure di sicurezza». Inoltre la compagnia sta lavorando ad un programma di escursioni a terra protette per i suoi ospiti, ma ricorda Paradiso che «ovviamente questo aspetto è subordinato all’evoluzione della situazione epidemiologica ed alla presenza di eventuali restrizioni in essere al momento della navigazione».

Probabilmente le altre compagnie hanno fatto per ora dei piani prudenziali, visto che per loro si tratterà della prima ripartenza dopo oltre un anno di stop. MSC invece può sfruttare la preziosa esperienza della ripresa dei viaggi dal 16 agosto 2020 che finora ha permesso di ospitare a bordo oltre 50.000 passeggeri imbarcati nei porti italiani grazie ad un protocollo sanitario che si è dimostrato particolarmente efficace. Questo «si basa su una strategia globale che include test universali di tutti gli ospiti e dell’equipaggio prima dell’imbarco e periodicamente durante la crociera, servizi igienico-sanitari profondi e continui, escursioni a terra esclusivamente protette, nonché molte altre misure a cui siamo abituati nelle nostre vite quotidiane, come l’allontanamento sociale e l’uso di rivestimenti per il viso. Navigheremo con una capacità ridotta in modo che gli ospiti abbiano ancora più spazio» ha ricordato il manager di MSC.
I dettagli inerenti la ripartenza di MSC Crociere nel Regno Unito saranno comunicati il prossimo 7 aprile: quest’estate era originariamente previsto che la nave destinata al mercato inglese fosse MSC Magnifica.

Quest’ultima però si dovrebbe scontrare con navi come Iona, Britannia, Sky Princess e Regal Princess solo per citarne alcune.

Quindi non è da escludere che MSC decida di schierare una delle sue navi di ultima generazione che sono in attesa di ripartire: così sarebbe ancora più competitiva.

Commenti

Translate »