Quantcast

Gli operatori turistici della Penisola, Capri e Napoli al Ministro: “Non facciamo morire la Via dei Presepi di San Gregorio Armeno”

Più informazioni su

Gli operatori turistici della Penisola, Capri e Napoli al Ministro: “Non facciamo morire la Via dei Presepi di San Gregorio Armeno”. Riportiamo di seguito le parole di Sergio Fedele, Presidente Atex Campania, Nino de Nicola, Presidente Atex Napoli, Graziano d’Esposito, Presidente Atex Isola di Capri, e Pietro Cannavacciuolo, Presidente Atex Meta:

Oggi sono scesi in campo i commercianti dei centri storici delle città d’arte a chiedere che nell’atteso decreto Sostegni bis ci sia un occhio di riguardo per la loro situazione, del tutto particolare.

Le associazioni delle vie più turistiche delle città d’arte tricolori, Associazione Via Condotti per Roma, Associazione MonteNapoleone District per Milano, Associazione Piazza San Marco per Venezia e Associazione Ponte Vecchio per Firenze, hanno preso carta e penna e hanno scritto una lettera al presidente del Consiglio, Mario Draghi e al ministro per il Turismo, Massimo Garavaglia, per sottoporre la loro situazione.

È fondamentale che anche la Via dei Presepi di San Gregorio Armeno a Napoli abbia la medesima se non maggiore attenzione degli altri centri storici italiani.

La Via dei Presepi a Napoli è un attrattore mondiale e rappresenta un luogo simbolo della storia, della cultura e dell’arte napoletana.

Le botteghe di questa Via sono chiusi da oltre 1 anno e molti di loro potrebbero chiudere definitivamente lasciando i locali a pub e bar, distruggendo un percorso che attira turisti da tutto il mondo.

Ecco perché gli operatori del settore extralberghiero di Napoli,Penisola Sorrentina , Capri si sono uniti alla vice delle Associazioni dei Centri Storici Italiani per chiedere al Ministro del Turismo Garavaglia di prevedere nel Decreto Sostegno Bis un provvedimento ad hoc per la Via dei Presepi di Napoli

Più informazioni su

Commenti

Translate »