Quantcast

Fondazione Ravello nel caos

Ravello ( Salerno ) . Francesco Maria Perrotta non è stato ancora designato, lo ha chiarito il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca senza scomodarsi in comunicati stampa o rettifiche. Lo ha fatto con un inciso in una diretta facebook, come dire che mi frega di quel che scrivete o dite. Successivamente anche il sindaco Salvatore Di Martino ha sospeso nomine da fare per il Cdi e il Cda  in attesa di chiarimenti che non verranno mai comunicati a noi dei media e ai cittadini. Faranno la nomina e noi saremo i cattivi che non hanno capito nulla, anche se poi c’è stato un comunicato ufficiale da Villa Rufolo.

Aperderci è la Città della Musica e la Costa d’Amalfi sembrata un feudo in mano alla politica. In effetti Ravello e la Costiera amalfitana non hanno fatto una bella figura in questa vicenda e sicuramente un “liscio” è stato preso da chi fa comunicazione istituzionale. Noi giornali online possiamo cadere in svarioni, prontamente corretti, ma chi si occupa di comunicazione istituzionale dovrebbe fare maggiore attenzione. Per esempio potremmo dire anche di Scurati, che qualcuno pure ha visto in piazza: i retroscena, le anticipazioni, il dietro le quinte, i possibili scenari, fanno parte del gioco dei media, non di chi fa comunicazione istituzionale. Solo dopo aver ricevuto un atto formale si comunica. Le “fughe in avanti” possono farle i giornalisti in cerca di anteprima, non certo chi lavora con le istituzioni e con l’ufficialità. Ma non diamo neanche troppe colpe a loro , qui davvero non si capisce niente.  Tanto è vero che neanche l’opposizione sta dicendo nulla, o chi avrebbe da dirne per quello che gli hanno fatto come Secondo Amalfitano, stanno tutti a vedere che succede, in un momento politico anche di debolezza del territorio, fra il Covid, la crisi del turismo, le elezioni a breve.

Ma che succede? A dire la verità Perrotta ci sembra un bravo Presidente, rispetto ad altri burocrati che si sono prospettati in questi mesi, con il ruolo di commissario che è stato interpretato in maniera eccessivamente estensiva. Fra dieci giorni la commissaria Almerina Bove finisce il suo incarico, e poi? Che farà De Luca? Confermerà semplicemente Perrotta, giusto per sottolineare che decide lui, o cambia con altri, magari con Scurati, sempre per ribadire che le scelte partono da lui? Nessuno lo sa, ovviamente nessuno ammetterà il “liscio”, si andrà avanti e saremo tutti felici e contenti.

Nella foto Antonio Scurati un altro possibile Presidente della Fondazione

Commenti

Translate »