Quantcast

Fondazione Ravello: il “Toto nomi” vede Nicola Amato, intanto ritorna Secondo Amalfitano. Campagna elettorale si scalda

Fondazione Ravello. Il “Toto nomi” vede Nicola Amato in pole position nel Consiglio di Indirizzo, scontato che nel Cda ci sia il sindaco Salvatore Di Martino e intanto ritorna Secondo Amalfitano con un post su Facebook “a volte ritornano” dell’ex sindaco ed ex direttore di Villa Rufolo con Renato Brunetta ministro e visto che Secondo Amalfitano pondera bene le cose ci riserverà sicuramente delle sorprese.

La Fondazione Ravello non è più quella che abbiamo conosciuto quando vi abbiamo lavorato con Domenico De Masi – e lo stesso Amalfitano – le scintille non mancavano, ma era una struttura che si basava principalmente sui privati come la Fondazione Monte dei Paschi di Siena, ad esempio, ma non solo banche. Altri grandi sponsor, si raccoglievano l’anno prima per l’anno dopo con un crowfunding che rendeva indipendente dalla politica la fondazione, ora purtroppo politicizzata e non solo per il commissariamento di ben 27 mesi della Regione Campania guidata da De Luca, ma per la mancanza di spessore che speriamo ritorni.

Fra le cose da rilanciare è sicuramente l’Auditorium Oscar Niemeyer, poi anche Palazzo Episcopio, e mettere in rete il turismo della Costa d’ Amalfi, ancora una volta di più significativa la foto di Amalfitano mentre si scalda la campagna elettorale per il voto di ottobre.

Commenti

Translate »