Quantcast

Felice e vincente Sorrento, Audace Cerignola al tappeto

Costieri all’inglese che ritornano ad assaporare i tre punti dopo un mese con Mezavilla e Sandomenico, che è al suo primo gol con i rossoneri

Potrebbe essere un'immagine raffigurante persona che pratica uno sport e erba

Sorrento – Un Sorrento felice e vincente che con due reti mette l’Audace Cerignola ko.

Costieri all’inglese che ritornano ad assaporare i tre punti dopo un mese con Mezavilla e Sandomenico, che è al suo primo gol con i rossoneri.

Rossoneri coriacei, determinati e grintosi in una gara senza un attimo di sosta, solo quando si  infortunato Terminiello e poi Chironi, che hanno voluto una vittoria a tutti i costi riscattando la nebulosa prestazione infrasettimanale di Bitonto. Audace Cerignola, mai domo, spesso alto ma non tanto efficace nel contrastare l’avvio dell’azione costiera, che ha imbastito pericolose azioni che non hanno avuto buon esito, anche per la subitanea reattività di Scarano.

Le reti – La ripresa vede la svolta dell’incontro, corre il 7’ ed i costieri battono una punizione dalla sinistra con Masullo, la sfera spiove verso il secondo palo dove Mezavilla anticipa tutti ed insacca alle spalle di Guarnieri. Il raddoppio arriva nei muniti di recupero con Sandomenico lesto a raccogliere una respinta dell’estremo cerignolese su una conclusione di Marino.

La gara – I costieri devono riscattarsi dalla nebulosa prestazione offerta in settimana a Bitonto, sono ben determinati sin dai primi minuti, al 4’ un defilato Cassata mette la sfera sull’esterno della rete. Sandomenico batte una punizione dalla sinistra all’8’ e la sfera va oltre la traversa. Quello che si vede è un Sorrento concentrato, che deve perdere all’11’ Terminiello per infortunio, al suo posto in campo Masullo. I pugliesi si fanno vivi con l’ex Esposito che mette di poco alto, gli replica Liccardi con una conclusione fuori di 2 metri. Il Sorrento mantiene altra la pressione ed al 31’ la punizione di Sandomenico è sventata all’incrocio in angolo da Chironi, al 35’ lo segue Liccardi con un diagonale respinto dall’estremo gialloblù.

Al 39’ Chironi esce fuori area, sbaglia un rilancio, si accascia al suolo, l’arbitro decide di fermare il gioco, vivaci le proteste dei costieri.

Il finale di tempo vede Camara al 45’ mangiarsi da buona posizione la rete del vantaggio, la sua semirovesciata è larga da buona posizione, gli replica al 47’ De Cristofaro con un tiro secco respinto da Scarano. Chiude al 48’ la palla alta di Liccardi facile preda di Chironi.

Il Cerignola non si da per vinto ed al 1’ della ripresa si fa vedere con un diagonale di Malcore messo in angolo da Scarano, al 7’ costieri in vantaggio e poi al 10’ con un angolo di Sandomenico impegnano in angolo a fil di traversa Guarnieri. Gialloblù che non si danno per vinti, al 14’ ci provano sia Malcore che Verde ma l’estremo rossonero in entrambe le volte dice di no. Sandomenico, ottima la sua prestazione, al 23’ sfiora l’incrocio dei pali, al 25’ contrastato da Esposito e Verde cade in area Gargiulo, ma l’arbitro veronese lascia correre. Sessanta secondi dopo su azione d’angolo la testa di Gargiulo mette sopra la traversa di una spanna, mentre al 28’ un solitario Sandomenico innesca un rasoterra parato da Guarnieri. Il Sorrento controlla il gioco con grande determinazione e padronanza della manovra e al 48’ Sandomenico chiude i conti.

Novantunesimo – In sala stampa Pino La Scala è contento della mentalità e dell’atteggiamento espresso dai suoi calciatori  che ringrazia, soprattutto quelli che ha dovuto schierare seduta stante per le molte defezioni. Infatti erano assenti La Monica, Cacace e Alfonso Gargiulo, in avvio lascia in panchina anche Masullo, in condizioni fisiche non eccellenti.

Intervista intera su: https://www.facebook.com/messages/t/100000255529309/

Sandomenco è felicissimo perché è stato sfortunato nelle sue precedenti squadre, ma soprattutto è contento per la vittoria ottenuta sul Cerignola. Si deve pensare partita dopo partita perché questo è un campionato difficile e si deve raggiungere la salvezza il prima possibile, anche perché il gruppo e coeso.

Intervista intera su: https://www.facebook.com/messages/t/100000255529309/

Da parte del Cerignola mister Pazienza parla di una gara equilibrata con i suoi calciatori che hanno mantenuto un possesso palla un po’ più del Sorrento, ma gli episodi sono stati a favore di costieri. Non rimprovera nulla alla squadra ed è abbastanza sereno, perché i suoi calciatori hanno dato quel che potevano.

Intervista intera su: https://www.facebook.com/messages/t/100000255529309/

 

CAMPIONATO SERIE D 2020/21 – GIORNE H –  27^ GIORNATA – 9^ RITORNO

SORRENTO – AUDACE CIRGNOLA  2-0

Goal: st – 7’ Mezavilla, 48’ Sandomenico.

SORRENTO (4-3-3): Scarano; Basile, Gargiulo Als, Fusco, Terminiello (12’pt Masullo); Maranzino (41’st Langella), Mezavilla, Camara; Cassata (36’ st Mancino), Liccardi (45’ st Marino), Sandomenico.

A disp: Orazzo, Cesarano, Vitale, Giordano, Somma. Allen: Pino La Scala.

AUDACE CERIGNOLA (4-2-3-1): Chironi (1’st Guarnieri); Ciafardini, Manzo, Allegrini, Amoabeng (19’st Spinelli); De Cristofaro, Esposito (25’st Barrasso); Russo, Verde, Achik (33’st Nardella); Malcore.

A disp: Silletti, Acampora, Amabile, Lioce, Salvemini. Allen: Michele Pazienza.

Arbitro: Alberto Poli di Verona.

Assistenti: Ares Beggiato (Schio) – Alessandro Anedda (Cagliari).

Ammoniti: 29’pt Verde (AC); st – 33’ Gargiulo Als (S), 35’ Cassata (S), 39’ Basile (S).

Note: Giornata nuvolosa/variabile, 19°; erba artificiale buona; spettatori: gara a porte chiuse come da decreto ministeriale per il Covid-19.

Angoli: 5-5.  Recupero: 5’pt e 4’+1’st.

 

GiSpa

 

Commenti

Translate »