Quantcast

Elezioni, a Vico Equense rispunta il nome di Migliaccio

Più informazioni su

Elezioni, a Vico Equense rispunta il nome di Migliaccio. A fornirci tutti i dettagli è Salvatore Dare in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Metropolis. Anche l’ex primo cittadino Benedetto Migliaccio potrebbe a sorpresa decidere di scendere in campo alle prossime elezioni Comunali di Vico Equense. L’avvocato si è detto disponibile ad avviare un confronto con un altro ex sindaco e collega legale. Ovvero, Giuseppe Dilengite. Tra i due è in corso un dialogo costruttivo che potrebbe portare a una vera e propria intesa politica. Nei giorni scorsi, Migliaccio e Dilengite si sono anche incontrati e da ciò potrebbe scaturire un’alternativa concreta all’attuale maggioranza consiliare che fa capo al sindaco uscente Andrea Buonocore che ha tutte le intenzioni di ricandidarsi per conquistare nuovamente la fiducia degli elettori e conservare la fascia tricolore.

Insomma, la partita elettorale sembra ormai destinata ad entrare nel vivo. Da una parte c’è Buonocore che sta proseguendo a lavorare sodo per tenere compatta la propria squadra e proiettarsi al meglio alle urne. Dall’altra c’è Dilengite, che a questo punto potrebbe essere affiancato proprio da Migliaccio e da alcuni consiglieri comunali uscenti della minoranza. Senza dimenticare che in questa querelle assume un ruolo importante anche Maurizio Cinque, già esponente di minoranza e che cinque anni fa si candidò a sindaco venendo battuto al ballottaggio, per appena trentadue preferenze, dall’attuale sindaco Buonocore. In tutto ciò esiste anche la pista politica che conduce al Partito democratico cittadino che, attraverso il segretario locale Tommaso de’ Gennaro, sta valutando tutte le opzioni possibili sul tavolo. Proprio i democrat, così come filtrato già prima delle festività pasquali, ha fatto sapere di essere pronto a intessere un colloquio con tutte le forze alternative alla maggioranza di Buonocore. Potrebbe dunque profilarsi l’opportunità di mettere su una coalizione, magari anche civica ma molto amplia, per ostacolare il percorso alla riconferma dell’attuale primo cittadino? Non proprio. Perché il fronte degli “anti Buonocore” non è così disposto a unirsi. Maurizio Cinque, già da diversi mesi, ha annunciato la propria intenzione di riprovarci. Vuole ricandidarsi alla carica di sindaco di Vico Equense ed è sostenuto da almeno un paio di liste civiche (c’è anche un movimento animalista pronto a sostenerlo).

È molto più probabile che possa nascere una sinergia politica tra Dilengite e Migliaccio con il contributo del Partito democarito di Vico Equense? Si vedrà. In ogni caso, c’è tanta carne sul fuoco. Va tenuta sempre in grande considerazione la strategia politica che dovrà mettere in campo il consigliere regionale Gennaro Cinque, che cinque anni fa indicò Buonocore come proprio successore.

L’eventuale ticket elettorale Dilengite-Migliaccio così come Maurizio Cinque e il Partito democratico – ha un grande obiettivo politico: proporre un’alternativa credibile e stimata alla maggioranza di Buonocore andando a spezzare l’egemonia elettorale di Gennaro Cinque. Un auspicio possibile ma non così facile visto anche l’alto bacino elettorale di cui può disporre il consigliere regionale dell’Udc.

Più informazioni su

Commenti

Translate »