Quantcast

Da metà maggio riaprono anche i lidi balneari: la prenotazione con un’app

Più informazioni su

Da metà maggio riaprono anche i lidi balneari: la prenotazione con un’app. Il calendario delle riaperture varato dal Governo e che fissa il primo step al 26 aprile con la riapertura di bar e ristoranti anche a cena in zona gialla, ha previsto anche la riapertura degli stabilimenti balneari.

Quando si potrà andare in spiaggia e fare un bagno? 

Il ministro del Turismo Garavaglia ha fissato la data di apertura della stagione balneare al 15 maggio 2021. Da quella data gli stabilimenti potranno aprire i battenti e iniziare la loro attività estiva. Nel frattempo sono circolare le linee guida sulle misure che i lidi dovranno seguire per contenere il rischio epidemiologico.

L’estate 2021 sarà pressoché simile nelle precauzioni a quella del 2020: 10 metri quadrati di area per ciascun ombrellone, 1,5 metri tra i lettini, 3,5 metri tra le file di ombrelloni, uscite ed entrare separate, niente buffet o self service ai ristoranti, prenotazione online, fasce orarie e disinfezione di sdraio e lettini dopo ogni uso.

Ci sono però anche delle novità come la possibilità di accedere alle aree giochi per bambini pur nel rispetto della distanza e sotto osservazione dei genitori e dei responsabili. Si potrà anche giocare in spiaggia a beach volley e a racchettoni e infine potranno aprire – sempre nel rispetto della distanza – le piscine all’aperto degli stabilimenti.

Come funzionerà, però, la spiaggia libera?

Si può sempre andare al mare. L’accesso alle spiagge libere è infatti sempre possibile in qualsiasi momento dell’anno. Con l’avvio della stagione estiva e il maggior afflusso di bagnanti è necessario rispettare le distanze di sicurezza.

In spiaggia libera gli ombrelloni dovranno essere posti a 5 metri di distanza l’uno dall’altro e i lettini fra non conviventi almeno a 2 metri. Per evitare affollamenti agli ingressi che portano alla spiaggia saranno posti steward ed hostess. La polizia comunale potrà passare per controllare il rispetto della norma ed eventualmente elevare delle contravvenzioni. Ogni Comune dovrà organizzare dunque il servizio spiaggia.

Più informazioni su

Commenti

Translate »