Quantcast

Consiglio comunale di Piano di Sorrento nel caos, prima rinviato poi interrotto prima. Il post di Salvatore Mare

Ecco gli argomenti all'Ordine del Giorno

Consiglio comunale di Piano di Sorrento nel caos, prima rinviato poi interrotto prima. Il post di Salvatore Mare.

Il Presidente chiude anzitempo l’Assise Consiliare

Piano di Sorrento – Dopo l’assenza di tutta la maggioranza ieri in prima convocazione, oggi si è nuovamente riunito il Consesso carottese in seconda convocazione, sempre in modalità telematica.

Un Consiglio particolare che ha visto ritirare da parte della maggioranza, sia la proposta di regolamento comunale del nuovo canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, sia la proposta di alienazione di quote di partecipazione azionaria in Penisolaverde S.p.A. in favore dell’Ente Comunale di Massa Lubrense.

Ma dopo la defezione in massa di ieri, il clou si è raggiunto all’ultimo punto all’ordine del giorno, durante la discussione dell’unico debito fuori bilancio, un debito per così dire scomodo giacché il Comune, contumace e non costituitosi in giudizio, è stato condannato in appello al risarcimento dei danni riportati dal veicolo dell’appellante e al pagamento delle relative spese processuali.

Durante gli interventi del sottoscritto e del consigliere Antonio D’Aniello, atteggiamenti irrispettosi verso il Consiglio assunti da alcuni Consiglieri e Assessori, hanno indotto il Presidente Russo a chiedere per ben due volte l’appello nominale, richiamando i Consiglieri all’ordine e a seguire i lavori piuttosto che la tivvù.

L’Assise Consiliare è la massima espressione istituzionale cittadina, e dev’essere rispettata a prescindere se si svolga in Sala Consiliare o in modalità telematica. Per la verità, da quando i consigli si svolgono in videocall, è accaduto spesso di notare “presenze fantasma” da parte di chi, lasciata accesa la telecamera, si dedicava a tutt’altro. Ma oggi si è davvero toccato il fondo, essendo perfino capitato di avere l’audio interrotto dalla trasmissione televisiva seguita da qualche membro.

I “disturbi” infatti sono continuati e, al terzo richiamo all’ordine e al rispetto, il Presidente ha “giustamente” ritenuto di chiudere anticipatamente il consesso, rinviando alla prossima Adunanza l’argomento.

Oggi abbiamo assistito alla mortificazione del Consiglio Comunale.

Il consiglio comunale era stato rinviato ieri.

Piano di Sorrento. Il Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria in prima convocazione per oggi alle ore 16.00, è stato rinviato in seconda convocazione per il giorno 30 aprile alle ore 16.00 stante il mancato raggiungimento del numero legale.

Ecco gli argomenti all’Ordine del Giorno:

  • Interrogazioni;

  • Approvazione aliquote componente Imu anno 2021. Conferma aliquote anno precedente;

  • Imposta di soggiorno. Modifiche e integrazioni al Regolamento comunale vigente;

  • Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria. Approvazione;

  • Penisolaverde S.p.A.: alienazione partecipazione azionaria;

Deliberazione di Giunta comunale n. 21 del 22.2.2021 avente ad oggetto: “Verbale di somma urgenza relativo all’intervento effettuato in servizio di pronta reperibilità in data 14.2.2021 in via Mortora – San Liborio per caduta albero di pino sulla sede stradale – provvedimenti ai sensi dell’art. 191 comma 3 del d.lgs. n. 267/2000”. Proposta al consiglio comunale di riconoscimento della spesa;

Riconoscimento debito fuori bilancio: pagamento sentenza n. 657/2021 emessa dal Tribunale di Torre Annunziata – giudizio civile Celentano Susanna c/ Comune

Il Consiglio comunale sarà reso pubblico con diretta streaming.

Commenti

Translate »