Quantcast

Come la robotica sta cambiando l’industria del cibo

Più informazioni su

    Il settore dell’enogastronomia rientra a pieno titolo tra quelli che nell’ultimo decennio hanno registrato contemporaneamente sia un’impennata che un’inversione di tendenza. I consumatori, infatti, sono sempre più attenti alla cucina, le mode alimentari si diffondono con sorprendente velocità, e la richiesta di prodotti sani e di qualità è in costante aumento. Una richiesta che va di pari passo con il rinnovato interesse delle persone verso le tecniche produttive e il rispetto di standard di produzione che vanno dall’igiene agli aspetti etici.

    Coerentemente con questo trend, è cresciuto anche il numero di persone che hanno scelto la cucina come hobby. Preparasi da soli i propri pasti significa infatti potersi alimentare in modo più genuino, controllando personalmente gli ingredienti, aspetto irrinunciabile per i consumatori più esigenti. Un orientamento che è stato fortemente supportato dall’introduzione sul mercato di robot da cucina in grado di aiutare anche chi ha poca manualità a realizzare ricette elaborate e divertirsi in cucina. Ma quanto è stato forte l’impatto della robotica nell’industria del cibo? Lo scopriremo in questo articolo.

    Come la robotica sta cambiando l’industria del cibo

    Dal produttore alla spedizione: la filiera alimentare e la sicurezza dei cibi

    Il diffondersi di alcune mode alimentari, principalmente per quanto riguarda i cibi più salutari – pensiamo all’avocado, o al cavolo nero – è un fenomeno che ha riversato sui produttori una domanda molto più alta rispetto al passato. Per far fronte a questa domanda crescente, la soluzione è stata dotarsi di automazioni che consentono di lavorare in modo più efficiente, e quindi aumentare la produzione in modo da adeguarla alle richieste. Ed ecco perché droni, macchine automatiche per la semina e per la cura del terreno, ma anche robot che si occupano di nutrire gli animali da allevamento sono oggi la norma nelle aziende agricole.

    Il campo della produzione industriale e del packaging, invece, è forse il primo settore in cui si è diffuso l’utilizzo delle automazioni. Dalla prima pulizia delle materie prime alla loro trasformazione, passando per il confezionamento e lo stoccaggio, i robot giocano davvero un ruolo fondamentale. La novità sta nel fatto che le automazioni sono entrate anche nel campo della sicurezza alimentare. E questo non solo garantendo un miglior livello di igiene, ma anche registrando i diversi passaggi e dando modo così alle persone di conoscere la filiera alimentare, un’informazione indispensabile per i nuovi consumatori consapevoli.

    Mangiare a casa: food delivery, take away e robot da cucina

    Quelli della consegna di cibo e della prenotazione da asporto sono settori in cui l’utilizzo delle automazioni è ancora relativamente una novità. E sarà interessante vedere quali sorprese ci riserva il futuro. Attualmente, quello che possiamo notare è una crescente diffusione di macchine automatiche che, al posto delle tradizionali bibite e merendine, sono in grado di offrire dolci fatti sul momento, riscaldare piatti pronti, e preparare pizze. Quanto al delivery, la sfida del prossimo futuro è indubbiamente quella di integrare i droni nei processi di consegna, sia per quanto riguarda i piatti pronti che la spesa a domicilio.

    Veniamo infine al piacere di cucinare a casa propria: il trend di mangiare cibi sani cucinati in modo genuino ha spinto le persone a dedicarsi di più alla preparazione sia dei pasti quotidiani che di ricette elaborate. Sono in molti, oggi, a volere il miglior robot da cucina, in grado di cucinare dalle sane vellutate di verdure fino alle torte, impastare pane e pizza, preparare la carne a cottura lenta e il pesce al vapore, sminuzzare e cuocere le verdure. Una tendenza che va in due direzioni: da un lato, cimentarsi con le ricette più difficili e, dall’altro, creare piatti sempre nuovi per seguire un’alimentazione sana senza annoiarsi.

    Come la robotica sta cambiando l’industria del cibo

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »