Quantcast

Chi era Vera Gedroits? La prima donna chirurgo in Russia a cui Google ha dedicato il doodle

Più informazioni su

    Chi era Vera Gedroits? La prima donna chirurgo in Russia a cui Google ha dedicato il doodle

    . Oggi Google ha dedicato un doodle a Vera Gedroits, prima donna chirurgo in Russia e tra le prime al mondo, nel giorno del suo 151esimo compleanno. Oltra a essersi distinta come medico e professoressa universitaria di chirurgia, è stata anche poetessa e autrice di testi letterari. E’ ricordata soprattutto per gli studi e le innovazioni che ha apportato alla chirurgia militare in tempo di guerra, grazie alle quali innumerevoli vite umane sono state salvate.

    Chi era Vera Gedroits?

    Nata il 19 aprile 1870 in una famiglia di discendenza reale lituana a Kiev, allora parte dell’Impero russo, da ragazza si trasferì in Svizzera per studiare medicina. Rientrata nel Paese natale all’inizio del XX secolo, iniziò la sua carriera medica pionieristica come chirurga in un ospedale industriale. Qui si trovò a dover operare molte ernie e ipotizzò che l’incidenza di questa patologia fosse dovuta al sollevamento di carichi pesanti, che indebolivano i muscoli addominali. Per ricordare il suo contributo in questo campo, nel doodle di oggi è presente una lastra alla schiena.

    Il suo contributo alla medicina militare

    Quando scoppiò la guerra russo-giapponese nel 1904, Gedroits si offrì volontaria come chirurgo su un treno ospedaliero della Croce Rossa. Eseguì complesse operazioni addominali in un vagone ferroviario convertito con un successo in sala operatoria: un fatto senza precedenti che venne adottato come nuovo standard dal governo russo. In seguito, la dottoressa lavorò come chirurgo per la famiglia reale russa prima del suo ritorno a Kiev, dove divenne professore di chirurgia presso l’università, nel 1929.
    Oltre ad aver scritto numerosi articoli scientifici, Gedroits ha anche pubblicato diverse raccolte di poesie, lavori di saggistica e il libro di memorie del 1931 intitolato Life.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »