Quantcast

Cava de’Tirreni, nuovo abbattimento di alberi pericolosi all’orizzonte

Cava de’Tirreni, nuovo abbattimento di alberi pericolosi all’orizzonte: disposta da Palazzo di Città la rimozione di 12 alberature che mettono a rischio la pubblica incolumità. Nel mirino alcuni alberi pericolosi (per lo più platani e tigli) individuati nei pressi delle frazioni di Rotolo-Casaburi e Maddalena.

Il provvedimento – a integrazione di analoghe misure di sicurezza previste in precedenza e che hanno comportato l’abbattimento di 44 alberi – arriva a margine di una nuova relazione disposta dall’architetto Mario Ambrosino e recepita dal dirigente del settore “Lavori pubblici, manutenzione e patrimonio”, Antonino Attanasio. Nella relazione si legge:

«Da sopralluoghi effettuati dal servizio di manutenzione verde pubblico e a seguito di segnalazioni pervenute da parte di cittadini e dalle varie perizie agronomiche agli atti del settore si è evidenziata la necessità di procedere ad operazioni di abbattimento di alcune specie arboree vegetanti nel nostro comune. Le aree interessate da alberature di grandi e medie dimensioni che, ad oggi, destano preoccupazione in quanto causa il pericolo per la pubblica incolumità, sono le zone di via Caliri, via Marghieri e l’area 118 per un totale di 12 esemplari arborei».

In particolare, in via Caliri sono stati individuati alcuni platani, già in passato oggetto di varie segnalazioni da parte dei residenti circa la loro pericolosità. In via Marghieri, invece, si trova un cui posizione a ridosso di una curva desta non poche preoccupazioni per l’incolumità pubblica. «I lavori sono prossimi alla conclusione e vengono condotti in maniera adeguata dalla ditta incaricata. Tuttavia, per quanto esposto, è necessario, con urgenza, procedere ad operazioni di abbattimento di ulteriori esemplari arborei vegetanti sul nostro territorio ciò a tutela della pubblica incolumità. A tale scopo la ditta, individuata mediante gara pubblica e che sta già operando analogo intervento in maniera tempestiva ed efficace, risulta idonea all’esecuzione delle ulteriori operazioni di abbattimento ». E da Palazzo di Città si è provveduto all’integrazione dell’appalto già in corso.

Fonte: la Città di Salerno

Commenti

Translate »