Quantcast

Automobilismo Formula1. Al GP di Emilia Romagna e del Made in Italy trionfa Verstappen su di un fortunato Hamilton.

Più informazioni su

Nonostante il brutto tempo ,sul circuito di Imola dopo una gara spettacolare, l’olandese detta legge con l’affidabile Red Bull. Piazza d’onore per l’inglese della Mercedes che protagonista di una stupida uscita alla Tosa, si è fatto valere dopo una seconda partenza causata da un brutto incidente al Tamburello tra Bottas e Russell. Terzo un favoloso  Lando Norris su di una rinata Mc Laren, soltanto quarto e quinto i piloti Ferrari, Leclerc e Sainz. 

Generico aprile 2021

 Imola – Senz’altro un Gran Premio di altri tempi quello che si è potuto assistere questo pomeriggio sul circuito Enzo e Dino Ferrari. Una serie di emozioni che complice anche la pioggia, caduta appena prima della partenza, ha reso l’asfalto in vari punti della pista scivoloso, costringendo i piloti a vari testa coda ed incidenti fortunatamente senza alcuna conseguenza.

Dopo l’inno nazionale ed il passaggio delle frecce tricolori, il circus della F1, in contemporanea con il moto mondiale, si è fermato per un minuto di raccoglimento per ricordare la memoria di un grande dei motori e figlio della terra d’Emilia Romagna, come Fausto Gresini. Con l’asfalto bagnato la griglia di partenza  vede per la 99^ volta  nella sua carriera, partire dalla pole Lewis Hamilton, seguono le due Red Bull di Perez e Verstappen. In quarta posizione la Ferrari di Leclerc, mentre l‘altro ferrarista, lo spagnolo Saiz parte soltanto dalla 11^ posizione. In quinta fila Gasly, seguito dal duo McLaren, Ricciardo e Norris. Quest’ultimo durante la sessione decisiva di prove si è visto annullare un giro che gli avrebbe permesso di partire dalla prima fila. Nel giro di ricognizione, con un Vettel che partirà dai box, la grande nuvola d’acqua sollevata dai pneumatici presagisce un GP ricco di colpi di scena. Immediatamente la conferma viene da Leclerc che si gira alle Acque Minerali ma fortunatamente  riesce a ripartire e schierarsi in griglia.  Allo spegnimento dei semafori parte come una scheggia Verstappen, che infila con un grande sorpasso sia il compagno di squadra Perez che un incredulo  Hamilton, al Tamburello. Il britannico non riesce ad evitare un leggero contatto  con la perdita di un’appendice dell’alettone anteriore. Intanto contatto tra Latifi e Mazepin, con il russo  fuori dalla gara. Safety car in pista per i troppi detriti . Schumacher perde il controllo della sua Haas ed è costretto ai box per il cambio dell’alettone anteriore. Alla ripresa della gara, subito errore di Perez alla Piratella con il messicano che riuscirà ad entrare in pista e recuperare la posizione tramite un sorpasso che gli costerà però una penalizzazione da parte dei giudici di gara.  Intanto Verstappen  mantiene la leadership  nonostante gli attacchi di Hamilton,  alle cui spalle si registra la costante pressione di Leclerc. All’11° ed al 15° giro, prima alla Rivazza e poi alla Tosa due fuori pista di Sainz. Al 17° giro, pista scivolosa ed impossibilità di sorpasso costringono Ricciardo a farsi passare dal compagno di squadra Norris  molto più veloce. Intanto al 25° giro, Leclerc sta girando molto più veloce di Verstappen e Hamilton che hanno problemi di traffico. Max continua a dire che la pista non è ancora da gomma slick. L’olandese si fermerà al 28° giro a montare la gomma media e rientra in terza posizione, mentre  Hamilton spinge al massimo, per poi fermarsi per il cambio gomme che si rivela alquanto difficoltoso per il britannico della Mercedes. Traiettoria obbligata ora in pista. Hamilton sta cercando subito di recuperare la coda di Verstappen ma nella fretta di effettuare alcuni doppiaggi esce e si insabbia alla Tosa. Nello stesso tempo, al 32° giro, tremendo incidente tra Russell e Bottas al Tamburello. L’inglese della Williams nel sorpassare la  Mercedes mette le gomme sull’erba bagnata alla sua destra e nel tentativo di correggere la traiettoria prende in pieno, ad oltre 300 km all’ora, il pilota finlandese. Bottas e Russell sono stati trasportati al centro medico per controlli.. Dopo l’impatto Russell ha protestato vivacemente contro il finlandese che è invece incolpevole. Intanto bandiera rossa, la gara ripartirà alle 16,25. Nuova partenza e Verstappen rischia di perdere la leadership alla Rivazza sull’erba. Non  ne approfitta  Leclerc  che si vede sorpassato anche da un coriaceo Norris con gomme  soft, che si lancia subito alla caccia dell’olandese della Red Bull. Ad oltre metà gara Verstappen precede Norris, Leclerc, Perez, Sainz, Ricciardo, Stroll, Hamilton, Raikkonen e Giovinazzi a chiudere la zona punti. Perez montando la mescola soft ora minaccia  Leclerc per la terza posizione, ma alla Villeneuve  va in testacoda e rientra in pista  in 14esima posizione. Intanto uno scatenato Hamilton all’interno al Tamburello ha preso la sesta posizione ai danni di Lance Stroll e successivamente sorpassa anche Ricciardo e si posiziona alle spalle di Sainz. 15 giri al termine, entusiasmante lotta tra Norris, Leclerc, Sainz e Hamilton dalla seconda e alla quinta posizione. Norris ha una grande velocità di punta e per Leclerc diventa arduo tentare l’attacco. Al 50° giro arriva il sorpasso di Hamilton al Tamburello su Sainz. Ormai il britannico  vede il podio se non insperato  secondo posto, dopo l’imperdonabile errore alla Tosa. Infatti tra il 55°ed il 56° giro, il britannico sorpassa sia Leclerc che Norris e si piazza in seconda posizione. Non solo al 61° giro Lewis , con 1’ 16’’702 registra anche il giro più veloce e si aggiudica il punto addizionale che a fine gara gli permetterà di mantenere la testa della classifica mondiale piloti.

In conclusione  del 63° giro bandiera a scacchi su Verstappen poi Hamilton, strepitoso nella rimonta, Norris, Leclerc, Sainz, Ricciardo, Stroll, Gasly, Raikkonen e Ocon a completare la zona punti. Una gara spettacolare  quella di oggi pomeriggio a Imola che ha fatto ricordare i bei tempi della Formula 1. Entusiasti anche il Presidente della Regione Emilia Romagna, stefano Bonaccini ed il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio che hanno promesso un impegno affinché  questa meravigliosa esperienza di oggi pomeriggio, all’Enzo e Dino Ferrari , possa continuare a ripetersi anche in futuro. Prossimo appuntamento il 2 maggio sull’Autòdromo Internacional do Algarve per il GP del Portogallo.- 18 aprile 2021 – salvatorecaccaviello.

CLASSIFICA PILOTI F1

Pos Pilota Team Punti
1 Hamilton L. Mercedes 44
2 Verstappen M. Red Bull 43
3 Norris L. McLaren 27
4 Leclerc C. Ferrari 20
5 Bottas V. Mercedes                                        16
6 Sainz Jr C. Ferrari 14
7 Ricciardo D. McLaren 14
8 Perez S. Red Bull 10
9 Stroll L. Aston Martin 7
10 Gasly P. Alphatauri 4
11 Raikkonen K. Alfa Romeo Racing 2
12 Tsunoda Y. Alphatauri 2
13 Ocon E. Alpine 1
14 Alonso F. Alpine 0
15 Vettel S. Aston Martin 0
16 Latifi N. Williams 0
17 Giovinazzi A. Alfa Romeo Racing 0
18 Russell G. Williams 0
19 Mazepin N. Haas 0
20 Schumacher M. Haas 0

CLASSIFICA TEAM F1

Pos Team Punti
1 Mercedes 60
2 Red Bull 53
3 McLaren 41
4 Ferrari 34
5 Aston Martin 7
6 Alphatauri 6
7 Alfa Romeo Racing 2
8 Alpine                                          1
9 Haas 0
10 Williams 0

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »