Quantcast

Atrani, il sindaco De Rosa: “Pronti a vaccinare i cittadini in un giorno”

Il depuratore? Necessario per bandiera blu e turismo di qualità"

Più informazioni su

Atrani (Salerno). Positanonews ha sentito il sindaco della cittadina più piccola della Costiera amalfitana Luciano De Rosa. Un lavoro intenso sia sul piano del Covid che del rischio idrogeologico per il Dragone, dalla vallata che divide Scala con Ravello, ma anche per la viabilità a causa dei lavori sul viadotto per Amalfi. Sulla situazione dei vaccini e del turismo il primo cittadino chiarisce: “La situazione è preoccupante, ma è chiaro e condivisibile il progetto del Governo di vaccinare prima anziani e categorie fragili, per evitare morti e ospedalizzazioni. Il problema è che si sta andando troppo lentamente e mancano i vaccini.”

A che punto siete ad Atrani, avete fatto un centinaio di vaccini su mille abitanti?

“Assolutamente no, sono meno di cento, perché sono stati vaccinati gli ultraottantenni. Il problema è che mancano i vaccini, altrimenti ci metteremmo un giorno per vaccinare tutti”.

Siete contrari alla scelta prioritaria delle isole come Capri e Ischia?

“Assolutamente no, sarebbe stato un bel messaggio per il mondo , un segnale positivo. Credo che il problema sia sempre lo stesso, quello della mancanza dei vaccini e la scelta del Governo di fare prima i fragili per diminuire morti e ospedalizzati è condivisibile, il problema sono i tempi”.

Il depuratore a Maiori che deve convogliare Ravello e Atrani, la gente non lo vuole, si può stare in Costiera amalfitana senza depuratore nel 2021?

“Non conosco tecnicamente la questione depuratore a Maiori, ma il depuratore è necessario, non solo per la doverosa balneabilità delle acque e per il mare, ma anche per il turismo, per la bandiera blu e per i requisiti che richiede il turismo di qualità che preferisce paesi che hanno il depuratore. Da parte nostra dovevamo convogliare le acque a Marmorada di Ravello e lo abbiamo fatto. Spero che trovino una soluzione condivisa al più presto, come e dove ritengono, ma non si può stare assolutamente senza depuratore”.

Difficoltà nel paese e prospettive per il futuro?

“Le difficoltà si sentono, questo è un paese che lavora di turismo e sono tanti gli stagionali che aspettano di iniziare. Bisogna fare presto, bisogna riaprire, in sicurezza ma bisogna riaprire per ripartire, noi siamo pronti”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »