Quantcast

Amalfi: questa mattina commercianti ed operatori turistici in protesta “Vogliamo dignità e lavoro. E’ morta l’economia!” -FOTO e VIDEO segui la diretta

Amalfi: questa mattina commercianti ed operatori turistici in abito nero alla riapertura della statale amalfitana hanno protestato durante la cerimonia di riapertura della S.S. 163 Amalfitana in diretta con il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca .

Amalfi: questa mattina commercianti ed operatori turistici muti ed in abito nero alla riapertura della statale amalfitana

Positanonews ha intervistato i commercianti, gli operatori turistici della intera costiera che hanno presieduto il omento istituzionale di riapertura della statale 163 amalfitana in fila sul lungomare al di sotto della S.S. 163 Amalfitana .

Un grido di disperazione  rivolto alle istituzioni: la nostra economia è morta. Questo è quanto è stato detto e seguito in diretta da Positanonews che ha dato voce a tutte le categorie del turismo e gli stagionali in ginocchio.

Una tremenda angoscia e sgomento ci assale, vedendo le nostre cittadine ancora oggi vuote, prive di turisti.

Prenotazioni,… nemmeno il miraggio, mentre gli usa, raccomandano ai loro connazionali di non viaggiare in Italia, sia per il rischio da covid19, ma soprattutto perché da noi vige il coprifuoco.

Chi mai sceglierebbe il nostro Paese, come luogo delle proprie vacanze, sapendo di dovere ritornare al proprio albergo alle ore 22 o alle 23,questo è assurdo.
Il ministro degli esteri ,quello del turismo, finalmente ,dopo molti anni ,nuovamente istituito, si adoperino presso le autorità statunitensi, a dare segnali, positivi sulla nostra situazione epidemica, soprattutto alla luce delle accelerazioni delle vaccinazioni, che ,auspichiamo, da subito, possa coinvolgere, tutti i paesi delle costiere amalfitana, Sorrentino e cilentana.

Si metta da parte, definitamente, il coprifuoco, ed autorizzare la somministrazione anche all’interno dei ristoranti al chiuso nel pieno rispetto delle norme anticovid.

Si acceleri per i dovuti ristori a tutte le categorie del commercio, del turismo e dei servizi.

Metteteci in condizione di fare ,quello che abbiamo sempre fatto ed amiamo fare, fare turismo, accogliere con il nostro calore i turisti, ve lo chiediamo per la nostra storia millenaria, ve lo chiediamo con il cuore e con le lacrime agli occhi.

«La nostra angoscia è quotidiana – affermano i lavoratori – bisogna togliere le restrizioni tra cui assolutamente il coprifuoco. Quale turista raggiunge la Costa d’Amalfi sapendo che alle 22.00 o alle 23.00 deve tornare in albergo? E’ una vergona! Qui ci sono famiglie intere che vivono di turismo, non ci dovete lasciare soli, ci dovete ascoltare!».

Poi durante gli interventi istituzionali che hanno contraddistinto la riapertura della Statale i lavoratori hanno presidiato il Lungomare dei Cavalieri urlando “Fate morire il covid non l’economia” e “Lavoro, lavoro, dignità”. Ma anche un “Vergogna”. La disperazione comincia a farsi sentire anche in Costiera amalfitana.

Sulla pagina facebook di Positanonews e su instagram abbiamo documentato tutto.

Foto Giuseppe Di Martino 

Commenti

Translate »