Vico Equense, il sindaco Buonocore: “Contagi in aumento, la sconfitta di una città” segui la diretta

Vico Equense. Il sindaco Andrea Buonocore, nella consueta diretta sociale del giovedì, ricorda in primis la giornata nazionale delle vittime del Covid-19: «Oggi è la prima giornata nazionale in ricordo delle vittime dall’epidemia da coronavirus che abbiamo, nella semplicità del gesto, celebrato oggi alle 11 in tutta Italia contemporaneamente mentre il nostro presidente del Consiglio dei ministri Draghi si recava a Bergamo per rendere omaggio alle ormai alle più di 100.000 vittime che in Italia ha prodotto il Coronavirus. Anche noi oggi abbiamo esposto sulla casa comunale della nostra città le bandiere a mezz’asta ed abbiamo osservato il minuto di silenzio per riflettere e meditare su questa triplice emergenza che stiamo vivendo: emergenza sanitaria, emergenza economica ed emergenza sociale. Ma anche per gettare lo sguardo al di là dell’ostacolo, al di là del momento di difficoltà, convinti di poter iniziare a guardare con un po’ più di serenità al futuro»

Il primo cittadino fa poi il punto sull’andamento dei vaccini a Vico Equense: «Alle 15:00 di oggi i vaccinati sono 780 ai quali si aggiungeranno ovviamente i vaccinati alle 15:00, quindi penso che noi oggi potremmo dire a termine della giornata che, a partire dal 3 marzo, abbiamo somministrato il vaccino ad oltre 800 over 80 e con oggi abbiamo vaccinato tutti i cittadini over 80 che si sono prenotati. A partire da domani daremo una mano al centro vaccinale di Piano di Sorrento che contempla i comuni di Meta, Piano, Sant’Agnello e Sorrento. Il 24 marzo inizieremo a fare la seconda dose ovvero il richiamo».

E poi il sindaco Buonocore affronta il punto del boom dei contagi registrati in città: «In poco meno di un mese siamo passati da 20 positivi che ho comunicato il 23 Febbraio a 127 positivi che ho comunicato martedì scorso. Fino a qualche giorno fa davamo colpa la scuola perché le scuole aperte erano veicolo di contagio. Dal 28 febbraio le scuole sono chiuse ed i numeri continuano ad aumentare. Penso di parlare ad una comunità seria, adulta e responsabile. Rinnovo l’invito ad essere rigorosi nell’assumere stili di vita e comportamenti seri. Ci sono molti messaggi nei quali si invocano controlli. Ebbene, vi assicuro che i controlli già si stanno facendo. Il problema è che dopo un anno che stiamo combattendo e convivendo con la pandemia, dopo che la nostra città ha dovuto piangere i suoi morti, dopo che vediamo un report aumentare di settimana in settimana, anziché assumere atteggiamenti seri, responsabili e rigorosi continuiamo ad invocare i controlli. Questa è la sconfitta di una città e la sconfitta di un comune».

Commenti

Translate »