Quantcast

Vaccino a domicilio per gli anziani da Piano di Sorrento e Vico Equense famiglie allo sbando “Positanonews un faro, aiutateci”

Vaccino a domicilio per gli anziani da Piano di Sorrento e Vico Equense famiglie allo sbando “Positanonews un faro, aiutateci” . “Durante questo lockdown per il coronavirus Covid – 19 Positanonews è stato un faro per noi, a volte l’unica fonte di informazione in tempo reale notte e giorno, ma ora dovete continuare dopo i positivi ed i tamponi dovete informarci sui vaccini, i nostri anziani sono a casa ad aspettare il vaccino a domicilio e non si sa nulla ”

Altro che finiti tutti gli anziani in Penisola sorrentina come dice l’ASL di Napoli o fa sapere la Regione Campania, sono a decine solo quelli che hanno contattato la redazione che non sanno nulla di quello che succede.

“Vorremmo sapere a chi rivolgerci , non sappiamo nulla. Aspettiamo da settimane”

Grande confusione anche da parte di alcuni medici, almeno a detta di alcune persone che abbiamo visto presentarsi in farmacia con certezze come fare il vaccino per la badante della propria anziana madre o persone presentarsi al centro vaccinale di Villa Fondi convinti di potersi fare il vaccino, testimonianze oculari queste.

Può darsi , ma questa è solo una nostra ipotesi, che si faccia confusione con i caregiver della 104.

Intanto la situazione per gli anziani a domicilio è disastrosa. E non basta fare post furibondi in cui dite “non vi preoccupate ci pensiamo noi, non date retta ai giornalacci”.

Questi giornalacci stanno in mezzo alla gente ed ascoltano il popolo, cosa che non fanno i politici. Ebbene dite di tutto ma dite cose chiare e precise, date certe, un piano con giorni prestabiliti nei quali tizio caio e sempronio verranno vaccinati e chi non sa nulla gli si dica guardate se ne parlerà per voi fra due settimane, fra un mese, poi vi faremo sapere una data precisa.

E’ così difficile fare questo?

Le cose non vanno meglio nel resto della Campania  per gli allettati i tempi sono incerti.

La quantità di vaccini domiciliari potrebbe ridimensionarsi rispetto alla platea di non deambulanti presenti in piattaforma. «Decine di pazienti definiti non deambulanti in piattaforma, ci stanno chiedendo di essere ammessi come deambulanti – dicono dal Covid Vaccine Center  a Napoli – probabilmente hanno visto che siamo organizzati con carrozzine e accompagnamento, ricontrolleremo le liste e potrebbe ridursi del 40% il numero di vaccini a domicilio».

L’inaugurazione della campagna anti Covid dell’Asl napoletana per i fragili è anche “telematica” perché, la piattaforma regionale è stata attivata per le adesioni. Ci sarà un doppio binario. I pazienti fragili con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva o psichica, ai sensi della legge 104/1992, articolo 3 comma 3 potranno registrarsi in maniera diretta senza rivolgersi ai medici di medicina generale e avranno la possibilità di far registrare anche chi li assiste in maniera continuativa, che sia un familiare o un caregiver.

Per le altre forme di fragilità, previste dalle linee ministeriali, l’adesione verrà eseguita invece dai medici di medicina generale. In quest’ultimo caso, si tratta di una platea che abbraccia un ampio spettro di patologie, dalle malattie respiratorie alle oncologiche e molte altre fragilità. Entrambi i tipi di registrazione, fanno riferimento allo stesso link in cui inserire l’adesione: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino dove poter registrare sia i dati anagrafici che la storia anamnestica.

Commenti

Translate »