Quantcast

Vaccinazione in Penisola Sorrentina fallita. Sorrento, e Sant’Agnello, dovrebbero avere un centro vaccinale

Vaccinazione in Penisola Sorrentina fallita. Sorrento, e Sant’Agnello, dovrebbero avere un centro vaccinale . Riceviamo e pubblichiamo.
Egregio Direttore, buonasera. Sono un assiduo lettore del suo sito e colgo questa occasione per sollecitare una attenzione ancora più incisiva e costante o se preferisce una maggiore inchiesta su come si sta svolgendo la campagna vaccinale in penisola. Ieri. sul giornale ” La Repubblica ” il giornalista Mauro De Riso metteva in evidenza “… le lacune di un sistema in tilt a causa della carenza di medici e di hub vaccinali nei 57 comuni …”. Ancora… ” i numeri sono ancora lontanissimi dal target previsto per il 31 marzo quando tutti gli ultra ottantenni avrebbero dovuto avere entrambe le dosi… “. Pochi giorni fa avete pubblicato la carenza del hub vaccinale di Villa Fondi aperto solo per mezza giornata, forse oggi aperto per più tempo.
Non ritiene di insistere su questo delicato argomento e evidenziare la carenza di programmazione dell’intera Asl Napoli 3 che ha previsto per la penisola sorrentina un solo hub per ben quattro comuni con circa 30mila abitanti.
Non ritiene di richiamare l’attenzione dei sindaci le cui comunicazioni sono del tutto nebulose ma mai penetranti e risolutive. Possibile che la città di Sorrento, si può dire la capitale della costiera, non debba avere un sito per i suoi abitanti nonostante le numerose strutture a disposizione, in esempio Villa Fiorentino. Siamo arrivati al 31 marzo e la previsione di vaccinare tutti gli ottantenni è miseramente fallita. Ho 75 anni, regolarmente prenotato il primo giorno (13 marzo) ma con tempi indefiniti, nessuna comunicazione dalla Soresa. I miei cugini a Roma, pari età, già vaccinati da una decina di giorni !
La ringrazio per l’attenzione e porgo cordiali saluti.
Rito Rosina

La risposta del direttore

Buonasera, intanto la ringrazio per essere un nostro lettore. Positanonews ha cercato di monitorare la situazione a Villa Fondi, il centro vaccinale che raccoglie mezza Penisola Sorrentina, fra l’altro durante un nostro sopralluogo di pochi minuti abbiamo avuto anche una contravvenzione dalla polizia municipale, se non altro attesta la nostra presenza sui luoghi. Ebbene già inizialmente i vaccini erano sulla media di una ottantina, per mezza giornata solamente, ed era chiaro che, diversamente da come annunciavano i sindaci, per questa estate non ce la avremmo fatta. Ora siamo a Pasqua, si è allungato il periodo di vaccinazione, ma i numeri sono davvero pochi, rispetto agli oltre 80 mila abitanti dell’intera penisola Sorrentina. Periodicamente i primi cittadini fanno annunci. L’unico loro errore , secondo noi, inutile annunciare ciò che non dipende direttamente da voi, con ASL Napoli, Regione Campania e Governo e una burocrazia ferraginosa che fanno andare il sistema allo sbando, mentre negli USA i vaccini li fanno nei drive in ovunque, qui abbiamo pomposamente un’unico centro vaccinale. Un’assurdità. A Sorrento ci sono varie possibilità, anche il Sorrento Palace dei Russo, che ci sembra siano disponibili, o il Centro MSC di Aponte a Sant’Agnello, ma anche Meta dovrebbe trovarsi il suo magari al Liceo Classico Marone in palestra o altrove. Ma noi stiamo chiacchierando ed è subito sera.. come diceva il poeta.. siamo a Pasqua, aprile, fra poco è maggio, poi giugno, quest’estate , a differenza dalle promesse, non andremo meglio del 2020, speriamo bene per questo autunno o il 2022.

Commenti

Translate »