Quantcast

Un conto che non torna … I tamponi a Cetara e quelli non fatti a Maiori per trovare il Covid

Un conto che non torna … I tamponi a Cetara e quelli non fatti a Maiori per trovare il Covid Una riflessione dell’ex assessore di Maiori Gerardo Russomando, che ci fa un quadro ragionato del coronavirus Covid – 19 in Costiera amalfitana
Un conto che non torna …
Il Comune di Cetara durante la prima ondata ebbe l’ultimo contagiato il giorno di Natale.
In tutto, con una popolazione di poco superiore ai 2.000 abitanti, ci furono 110 positivi su un totale di 1.150 tamponi eseguiti.
Poi, per 47 giorni, c’è stata una lunga tregua e fino al 10 febbraio non ne sono emersi di nuovi.
Da quel giorno (vedi foto), evidentemente sulla scia delle stesse cose fatte durante la prima ondata, sono già stati eseguiti 416 nuovi tamponi e sono stati individuati 37 nuovi positivi.
Invece, a Maiori, da Natale al 10 febbraio, non c’è stata alcuna tregua ed i nuovi contagi sono stati 98.
Poi, dal 10 febbraio ad oggi, sono stati eseguiti in tutto 291 tamponi e sono emersi 27 nuovi positivi.
Domanda: perché a Maiori se ne fanno così pochi di tamponi ?
N. B. A voler rispettare la stessa percentuale di tamponi del Comune di Cetara in rapporto al numero di abitanti, a Maiori, dal 10 febbraio ad oggi, se ne dovevano fare non meno di 1.100.
Maiori e Cetara covid
oggi a Maiori una nuova persona deceduta .. ed in 3 giorni, con soli 7 tamponi, sono emersi ben 4 positivi

Commenti

Translate »