Quantcast

Tramonti, il Gruppo di Minoranza: “Costone franato, un disastro annunciato”

Tramonti, il Gruppo di Minoranza “siAMO Tramonti”: “Costone franato, un disastro annunciato”

Il 25 marzo 2021, in consiglio comunale , è stata portata all’ordine del giorno, la somma urgenza per lo sgombero dell’alveo di un torrente occluso da una frana proveniente dal sovrastante costone di tufo. Sul costone di tufo franato, era stato posizionato, quindici anni fa, il collettore fognario che, per gravità, doveva convogliare i reflui nel depuratore a valle.

Nel collettore fognario confluiva anche acqua piovana in misura notevole.

Il Gruppo di Minoranza Consiliare “siAMO Tramonti”, con dichiarazione dettata a verbale, ha portato a conoscenza dell’assemblea la storia di un “disastro annunciato”.

Si è denunziato che, stando al computo metrico dei lavori dell’appalto del lavoro, approvato con due delibere di giunta nel 2003 e nel 2005, non sono state realizzate opere per decine e decine di migliaia di euro…in particolare.. muri a monte e a valle dello scavo, parapetti ed altro…basta percorrere gli 800 metri circa dello sbancamento per rendersi conto. Gia’ nel 2005, quando era in corso di realizzazione l’opera di cui sopra, un comitato civico aveva denunziato sulla stampa nonchè con un’interrogazione in consiglio regionale, “ lo sbancamento della montagna di tufo..” fatto passare dall’amministrazione comunale dell’epoca, come ..”lavori di ingegneria naturalistica..”.

Non si comprende quale autorita’ di bacino abbia potuto dare l’assenso a sbancare il tufo in una zona classificata “P3”, “area a pericolosità reale e potenziale per frana”, come descritta nella carta del rischio frana del comune di tramonti. l’attuale sindaco di tramonti, era assessore comunale all’epoca dei fatti descritti. nel richiedere la pubblicazione del comunicato, si inviano distinti saluti.

Il Capogruppo Consiliare “siAMO Tramonti”.

Domenico Guida

 

Commenti

Translate »