Quantcast

SOSarno.it, nasce un sito per segnalare gli scempi sul fiume

Più informazioni su

SOSarno.it, nasce un sito per segnalare gli scempi sul fiume.

È uno dei fiumi più inquinati d’Italia, il sesto nel mondo secondo i dati della Conferenza di New York del 2018. Uno stato di degrado ambientale legato all’alta densità di popolazione nei 39 comuni che attraversa, in tre differenti province, e soprattutto alla presenza di attività economiche altamente inquinanti.

Ora il Sarno chiede aiuto ai singoli cittadini: nasce infatti SOSarno.it, un sito web nato per raccogliere le segnalazioni sugli scempi ambientali, in particolare gli sversamenti abusivi, perpetrati nei 24 chilometri del fiume. Un progetto ideato dallo stabiese Giuseppe Caruso, 31 anni, che aveva già creato SOSocial, una app studiata per richiedere aiuto in casi di emergenza, in collaborazione con la web agency ZuzùWork, sede a Castellammare di Stabia.

Il portale ha un funzionamento semplice e intuitivo: compilando un apposito form, l’utente può inviare in tempo reale, in forma anche anonima, la propria segnalazione che, una volta verificata, verrà inoltrata agli organi di competenza. “E ad ogni segnalazione è possibile allegare del materiale fotografico, atto a testimoniare quanto riscontrato al momento dell’invio”, spiega Giuseppe, laureato in Culture Digitali e della Comunicazione e specializzato in Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, da sempre appassionato di Internet e nuovi media.

L’obiettivo è sensibilizzare i cittadini a denunciare le attività illecite, invitando gli enti preposti a intervenire e raccogliendo così la richiesta del ministro Sergio Costa, che con una nota diramata lo scorso agosto aveva chiesto alla popolazione di continuare con la sua preziosa opera di monitoraggio e segnalazione sul territorio. “Sono partito da quell’invito per agevolare il compito ai cittadini”, spiega con orgoglio Giuseppe, il cui progetto ha trovato una serie di partner, a cominciare da Corpo Nazionale Sentinelle Bacini Ideografici Italiani Fiume Sarno – coordinato dal presidente Michele Buscè, membro degli Osservatori Civici Campania – ed è già stato applaudito – tra gli altri – dalla parlamentare Carmen Di Lauro, componente della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici.

Fonte La Repubblica

Più informazioni su

Commenti

Translate »