Quantcast

Sorrento caparbio, pareggia al fotofinish

I costieri rimediano ad una gara dove si fanno imbrigliare da una Team Altamura che giocando alta non da quasi alcun respiro ai rossoneri che recuperano su due rigori i momentanei vantaggi dei pugliesi

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone, persone in piedi, persone che praticano sport e erba

Sorrento – Un caparbio Sorrento impatta al fotofinish.

I costieri rimediano ad una gara dove si fanno imbrigliare da un Team Altamura che giocando alto non da quasi alcun respiro ai rossoneri che recuperano su due rigori i momentanei vantaggi dei pugliesi.

La freschezza atletica dei pugliesi ha messo in ombra quella dei costieri che venendo da tante gare giocate sia il mercoledì che la domenica sono sembrati alquanto appannati, poiché hanno subito il gioco alto ed aggressivo dei biancorossi. La squadra di La Scala è sembrata un po’ rinunciataria, mentre gli avversari più decisi arrivavano spesso sulle seconde palle, e su questo lo stesso mister deve lavorare per un prosieguo di stagione per arrivare a quella matematica salvezza prima del tempo. Cacace e Cassata, che si sono procurati i due rigori, e Cunzi ha trasformato, hanno tolto la castagne bollenti al Sorrento che porta nel suo carniere un punto vitale. Recuperando le due reti che gli altamurani hanno siglato su due punizioni. In pratica la gara è stata decisa da calci da fermo.

Le reti – Un rocambolesco 2-2 che arriva con due reti per tempo. Il momentaneo vantaggio altamurano è siglato da Spano con un fendente che si insacca sul secondo palo di Scarano, tutto sulla punizione battuta corta da Logoluso per lo stesso attaccante.

I costieri impattano al 40’ con il rigore trasformato da Cunzi che spiazza Domini, penalty che si era procurato Cacace che era stato atterrato sul fondo area, sulla punizione di Masullo dalla sinistra.

Il Team Altamura ritorna in vantaggio nella ripresa, quasi dalla stessa mattonella che aveva realizzato nella prima frazione, stavolta batte corto Logoluso e secca botta di Casiello che si insacca. I costieri non si danno per vinti e Cassata, entrato in area viene atterrato, è il secondo rigore della gara, ed anche stavolta Cunzi con una rasoiata non perdona al 52’.

La gara – Sin dalle prime battute si vedono i costieri annaspare nei confronti dei biancorossi che venendo da circa un mese di fermo a causa del Covid-19, e rimettendosi in sesto, sono stati più tonici. Hanno giocato alto, aggressivi, hanno messo in atto anche qualche fallo tattico, e quasi, in molte circostanze non hanno fatto quasi respirare la squadra sorrentina, che molte volte ha dovuto iniziare la propria azione dalle retrovie. Ma per aspettare qualcosa da scrivere sul taccuino si è dovuto arrivare il 24’, quando il rasoterra di Spano è parato a terra da Scarano. Il Sorrento si vede al 31’ con il cross di Procida per Cunzi che viene anticipato dall’uscita di Domini, poi al 33’ La Monica ha la buona occasione ma cincischia da buona posizione e manda sul fondo. La testa di Croce al 36’manda larga di poco, ma non al 37’ il fendente letale di Spano. Il diagonale di Croce al 39’ va alto di poco, mentre Cunzi impatta dal dischetto.

Nella ripresa stesso copione: Sorrento imbrigliato dal gioco dell’Altamura, alto e con pressing anche sul portatore di palla, ma fino al raddoppio altamurano non si assiste a nulla. Il Sorrento reagisce con la punizione al 23’ di Masullo, la sfera è a fil di traversa ed impegna Donini ad un colpo di reni in angolo. La trasversale stavolta è sfiorata al 37’ da Basile, mentre Cunzi al 50’ tocca la sfera e la si allunga.

Il Sorrento caparbiamente al 52’ ottiene il secondo rigore della giornata ed anche stavolta Cunzi non fallisce il bersaglio.

Ora si ritorna in campo per la gara di giovedì a Lavello, contro una squadra ferita dall’Audace Cerignola. Poi ci saranno dieci giorni di fermo e si ritorna in campo l’11 aprile quando al campo Italia arriverà il Francavilla in Sinni.

 

CAMPIONATO SERIE D 2020/21 – GIORNE H –  23^ GIORNATA – 6^ RITORNO

SORRENTO – TEAM ALTAMURA  2-2

Goal: pt – 37’ Spano (TA), 40’ Cunzi (S, rig) e 52’st (rig); st – 18’ Casiello (TA).

SORRENTO (4-4-2): Scarano; Basile, Cacace, Fusco, Masullo; La Monica, Mezavilla, Camara (28’st Cesarano); Mancino (27’pt Cunzi); Procida (21’st Cassata), Liccardi.

A disp: Orazzo, Terminiello, Gargiulo Als, Vitale, Gargiulo Alf, Maranzino.

Allen: Pino La Scala.

TEAM ALTAMURA (3-4-1-2): Donini; Kanoute, Lanzolla, Russo (29’st Pantano); Baradaji, Fedel, Logoluso (48’st Lorenzo), Casiello (30’st Lo Russo); Guadalupi (28’st Langone); Croce, Spano (39’st Bozzi G).

A disp: Bozzi L, Terrevoli, Ansani.  Allen: Alessandro Monticciolo.

Arbitro: Ferdinando Emanuel Toro di Catania.

Assistenti: Danilo Giacomini (Viterbo) – Davide Rignanese (Rimini).

Ammoniti: pt – Guadalupi (TA), 31’ Russo (TA), 42’ Casiello (TA); st – 17’ Camara (S), 31’ Logoluso (TA), 40’ Cesarano (S).

Note: Giornata serena, 21°; erba artificiale buona; spettatori: gara a porte chiuse come da decreto ministeriale per il Covid-19.

Angoli: 2-3.  Recupero: 1’pt e 8’st.

GiSpa

 

Commenti

Translate »