Quantcast

Salerno, finalmente arrestati i ladri responsabili dei vari furti

Salerno, finalmente arrestati i ladri responsabili dei vari furti

L’ultimo raid, quello in una farmacia di Battipaglia, gli è stato fatale: sono finiti in manette i presunti autori dei tentati furti nei locali della movida. Il 28enne salernitano Antonio Novelli e il 27enne Oleksandr Hayday , ucraino residente a Battipaglia, secondo gli inquirenti, in pochi giorni, avrebbero collezionato sette colpi a danni di attività commerciali. Ieri, dopo l’udienza di convalida davanti giudice, il 28enne salernitano è finito ai domiciliari mentre per il 27enne ucraino è scattato l’obbligo di firma. I due sarebbero dunque gli autori dei furti in città che hanno portato alla convocazione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutosi in Prefettura martedì scorso su richiesta del sindaco Vincenzo Napoli. I due sono indagati per i tentati furti al bar “Nice” di via Velia, alla gelateria “Giallo Limone” e al negozio “Tilt” di via Papio; e quelli messi a segno alla pizzeria “Giagiu” sempre in via Velia (dove rubarono 200 euro e generi alimentari) e al negozio “Lumacando” di via San Bonaventura (bottino di 250 euro). Colpi messi a segno o tentati poco lontano dall’abitazione di Novelli. Il furto a Battipaglia.

Ieri sera i due si erano “trasferiti” a Battipaglia: nel mirino c’era una farmacia in centro. Ma in via Paolo Baratta sono arrivati subito gli agenti della polizia di Stato ed i carabinieri che li hanno arrestati in flagranza di reato. Magro il bottino: 20 euro che erano in cassa. Poi avevano arraffato tre confezioni di profumo assieme a un telefono cellulare e 100 ricette mediche “integrative”, che se fossero state inserite illecitamente nel canale farmaceutico, avrebbero fruttato circa 2.900 euro. . Purtroppo per loro, la Farmacia era in possesso non solo di una telecamera di sorveglianza, ma anche di un allarme che li ha messi in fuga. Sul posto sono arrivati subito i poliziotti del vicequestore Lorena Cicciotti e i carabinieri del maggiore Vitantonio Sisto che hanno raggiunto i due allo scalo ferroviario. Uno dei due è stato trovato in possesso di un levachiodi di grandi dimensioni, cacciaviti, forbici e guanti nonché del telefono cellulare rubato in farmacia.

In queste ore, le indagini continuano confrontando le immagini registrate dai vari apparati di videosorveglianza anche di altri esercizi commerciali sia di Battipaglia sia di Salerno per stabilire se i due abbiano o meno commesso altri colpi ai danni di negozi. Se fossero confermate le indagini, a commettere o tentare di mettere a segno con modalità e tempi analoghi sette furti tra Salerno e Battipaglia sarebbero stati il 28enne salernitano e il 27enne ucraino. Giovani che si muovevano con grande facilità di notte, anche in zona rossa, prendendo di mira attività commerciali in pieno centro cittadino, aree che, proprio per le misure contro la diffusione della Covid, sono completamente vuote.

Fonte: la città di Salerno

Commenti

Translate »