Quantcast

Roberto Roberti e “La Fanciulla di Amalfi” girato tra Praiano e Conca dei Marini

Roberto Roberti e “La Fanciulla di Amalfi” girato tra Praiano e Conca dei Marini  Avete mai sentito parlare di Roberto Roberti, regista del cinema muto? Comincia così il post del collettivo “UANM” che si sta dimostrando una bellissima realtà della Costiera amalfitana che noi di Positanonews vogliamo riprendere. Ecco cosa scrivono

Roberto Roberti

Pseudonimo di Vincenzo Leone (padre del più celebre Sergio), nacque in Irpinia nel 1879, avvicinandosi dapprima al teatro e dedicandosi totalmente alla cinematografia solo dal 1911. Vi starete chiedendo “ok UANM, ma cosa c’entra questo con la costiera amalfitana?”
🎥Negli anni 20, Roberti dirige “La Fanciulla di Amalfi”, film muto girato tra Praiano e Conca de Marini con Francesca Bertini nel ruolo della protagonista. Nella pellicola, un giovane aristocratico inglese, affetto da “ipocondrismo” si reca in Italia per curarsi; arrivato ad Amalfi, incontra Mariuccia, figlia di pescatori che vive una vita molto difficile e sacrificata con la sua famiglia. I due giovani si innamorano e la ragazza decide di trasferirsi in Inghilterra per sposarsi.
🎬Il partito fascista, da poco salito al potere, faceva grande attenzione ai nuovi mezzi di comunicazione. Proprio per questo, creò il Ministero della Cultura Popolare, arrogandosi quindi il diritto di censurare film che, nell’ottica mussoliniana, erano ritenuti dannosi per il decoro e prestigio della nazione.
📜Ora torniamo a “La Fanciulla di Amalfi”: questo film parlava di una famiglia con un lavoro modesto, un tenore di vita misero e di una ragazza, che per riscattarsi decideva di sposare uno straniero e andare all’estero. Capirete che questo film per il regime era inammissibile, infatti fu bocciato dalla censura.
Ci vollero tre anni e una certa inventiva per riuscire a risolvere la faccenda. Tutte le didascalie furono cambiate, Mariuccia divenne Consuelita e la costiera amalfitana un paesino della Spagna e solo con questo espediente il film arrivò finalmente nelle sale nel 1924. Roberti, dapprima sostenitore del regime, divenne antifascista lavorando sempre meno.
Ad oggi, il suddetto film risulta introvabile.
🍿Possiamo raccontare un altro piccolo aneddoto riguardante “ La Fanciulla di Amalfi”; tra le comparse presenti fra gli uomini di mare nel film, c’era un certo Domenico Fusco, un pescatore praianese, ma questa è un’altra storia…
Un sentito ringraziamento a Pierfrancesco Cantarella e all’ Archivio Cinematografico Costiera Amalfitana.

Commenti

Translate »