Quantcast

Piano di Sorrento, Annalisa Cinque ricorda il papà Salvatore realizzando un suo ritratto a matita

Piano di Sorrento. Il 29 luglio 2021 saranno 21 anni dalla prematura scomparsa dell’artista carottese Salvatore Cinque, deceduto ad appena 61 anni. In tanti lo conoscevano sia per il suo lavoro come impiegato presso il Comune di Piano di Sorrento, sia per la sua arte che metteva sempre a disposizione di tutti. Le sue opere realizzate a china hanno illustrato libri, manifesti legati ad avvenimenti di ogni genere, inviti per matrimoni e prime comunioni, e tanto altro. Probabilmente non si esagera nel dire che in ogni casa di Piano c’è sicuramente almeno un disegno di Cinque, in copia od in originale.

Ed in occasione della festa del papà la figlia Annalisa, che ha ereditato la passione del padre per l’arte e per il disegno in bianco e nero, ha voluto omaggiarlo e ricordarlo realizzando un ritratto a matita che abbiamo deciso di pubblicare per condividerlo con i nostri lettori.

Annalisa è cresciuta guardando il padre disegnare ed ha cominciato sin da piccola ad impugnare la matita seguendo un’inclinazione naturale che probabilmente è scritta nel DNA. E’ il suo modo per continuare a percorrere la strada che all’inizio l’ha vista accanto al padre, sotto la sua guida ed i suoi consigli. Ora su quel percorso è da sola ma disegnare – come lei stesso sottolinea – è il suo modo di continuare a sentire il padre accanto a lei. Pur spaziando tra vari soggetti, la sua grande passione è quella dei ritratti che realizza rigorosamente giocando con il chiaroscuro. E tra i tanti volti realizzati con le sue matite non poteva mancare quello del suo papà dove, oltre alla grafite ed alla tecnica del bianco e nero, vi è un elemento in più: l’amore.

ritratto annalisa cinque

Commenti

Translate »