Quantcast

Penisola Sorrentina, vaccini a Villa Fondi: il nostro auspicio è farne di più. Non un attacco a Piano di Sorrento, ma un invito agli altri sindaci

Penisola Sorrentina, vaccini a Villa Fondi: il nostro auspicio è farne di più. Questa mattina abbiamo scritto un articolo in cui parlavamo dell’avanzamento della campagna vaccinale in Penisola Sorrentina, in particolar modo per Piano di Sorrento, Sorrento, Sant’Agnello e Meta. Infatti, questi quattro Comuni si appoggiano completamente a Villa Fondi, dove si stanno inoculando i vaccini.

Vogliamo precisare che il nostro non è assolutamente un attacco all’amministrazione Iaccarino. Abbiamo scritto molto di peggio per altri Comuni, come per Maiori, in Costiera Amalfitana, dove sono stati effettuati soltanto 18 vaccini. Inoltre, a Piano di Sorrento ci si è mossi immediatamente, sia per il polo vaccinale che per l’Usca.

Quello che vogliamo dire è che non ha senso fare i vaccini in un unico posto se si vuole fare in fretta. Con una somministrazione media di 84 vaccini al giorno, il nostro auspicio è che se ne facciano di più come si è annunciato. Ma ha senso concentrare tutto a Villa Fondi? Gli altri comuni non potrebbero organizzarsi per un proprio centro vaccinale seguendo l’esempio della piccola Positano che ha fatto ben 71 vaccini in un giorno?

Il problema non è sicuramente a Piano di Sorrento, ma negli altri Comuni e nell’Asl Napoli 3 Sud. Inoltre, concentrare i vaccini di quattro Comuni in una unica sede rende davvero difficile il fare in numero maggiore, perché si creano assembramenti ed ingorghi in quanto non ci sono posti per le auto. Ovvio che se si supera la soglia di cento vaccini al giorno molto probabilmente si arriverà a fare assembramento.

Se ci

Commenti

Translate »