Quantcast

Penisola covid free entro luglio. La riflessione di Natale De Gregorio

Più informazioni su

Sorrento. Le parole di Natale De Gregorio su quanto affermato dai sindaci della Penisola: renderla covid free entro luglio.

Rendere la Penisola Sorrentina #CovidFree entro luglio. Lo dicono i nostri Sindaci peninsulari, vantando un piano vaccinale in grado di portare a termine questo obiettivo. A tal riguardo, mio nonno mi ha lasciato un grande insegnamento, mi ha sempre detto “ammesurate ‘a palla“. Letteralmente “misurati la palla”, non fare promesse e non prenderti responsabilità che, poi, non sei in grado di mantenere.

Ora, facciamo un calcolo molto semplice. Il piano dei Sindaci è di attivare tre punti sull’intero territorio #Peninsulare, uno a Massa Lubrense, uno a Vico Equense, uno per i tre Comuni restanti Sorrento, Sant’Agnello e Piano di Sorrento. Già qui, si capisce quanto sarebbe complicato gestire logisticamente buona parte dei cittadini direzionati su un unico punto di raccolta. Ma vabbè, proviamo a guardare la luna e non il dito.

Oltre a questo, per gioco proviamo a fare un punto sui numeri: raggiungere la copertura del 70% di #vaccinati – l’immunità di gregge – da noi significa vaccinare circa 55.000 persone. Partendo oggi, al ritmo di 120 vaccinati al giorno per punto di raccolta (tre punti, 360 persone al giorno, ritmo che tra l’altro non siamo ancora capaci di raggiungere) arriveremmo al 10 luglio con circa 45.000 persone vaccinate. Parliamo di #LUGLIO, stagione turistica de facto saltata e ancora 10.000 persone da vaccinare per raggiungere il livello richiesto dall’immunità di gregge. Ne vogliamo fare un discorso turistico? Sarebbe una disfatta, con la probabile perdita di gran parte delle quote di mercato internazionale. Ne vogliamo fare un discorso sociale? Mezza sconfitta, anche qui, perchè incapaci di allargare il campo e provare a coinvolgere tutti quelli che possono fornire un contributo.

Allora dico io, riusciamo a organizzarci meglio prima di alimentare le #speranze di chi sta aspettando di poter ripartire? Riusciamo a coinvolgere i privati, magari? I medici di base? Le strutture turistiche pronte a metterci risorse economiche? Riusciamo a raggiungere la quota di 1000 vaccinati al giorno grazie al contributo di tutti? O serve sempre che ogni amministratore gestisca il proprio piccolo numero di elettori della porta accanto, conservando il potere di chiamare ogni cittadino per dirgli “vieniti a vaccinare amico mio, è il tuo turno”?

Il tema sarà sicuramente reperire i #vaccini, ma sarebbe un bel segnale – e uno strumento di grande pressione politica – andare a trattare a livello regionale o nazionale avendo già pronto, operativo, un piano vaccinale che punti VERAMENTE a salvare l’attuale stagione turistica. E non solo a chiacchiere. Mi raccomando, misuriamoci la palla almeno stavolta.

Più informazioni su

Commenti

Translate »