Quantcast

Pareggio in extremis per il Sorrento: decidono il match 2 punizioni e 2 rigori

Più informazioni su

Dopo più di un mese e sei partite rinviate, la Team Altamura torna in campo nella difficile trasferta col Sorrento. Un avvio di gara senza sprint per entrambe le compagini che effettuano una prima azione degna di nota al 25′: Spano ci prova dai 20 metri ma Scarano blocca senza difficoltà. Al 34′ l’occasione è per i padroni di casa con un traversone lungo di Camara, Procida in area serve di prima Liccardi al centro che appoggia per l’accorrente La Monica, il centrocampista perde il tempo giusto per la conclusione e la palla si spegne sul fondo. L’Altamura non ci sta e prende le misure al 37′, quando Fedel arriva sul fondo e crossa al centro dove Croce riesce a colpire di testa in tuffo ma senza inquadrare lo specchio. Il gol però arriva un minuto dopo con Spano che porta in vantaggio gli ospiti con un potente calcio di punizione dai 20 metri che s’insacca nell’angolino basso, alla sinistra di Scarano. L’esultanza pugliese dura veramente poco perché al 43′ l’arbitro fischia un calcio di rigore che Cunzi, subentrato all’infortunato Mancino realizza in maniera spettacolare. La ripresa, non altrettanto positiva sotto il profilo del gioco, si apre al 19’, con l’Altamura che per la seconda volta su calcio di punizione insacca nella rete: questa volta è Casiello a superare la barriera rossonera e il portiere Scarano. Sterile la reazione del Sorrento e, quando sembra che tutto sia perduto, per un fallo in area su Cassata, nel sesto minuto di recupero, l’arbitro catanese Toro, assegna il rigore al Sorrento e Cunzi concede il bis (51’). Finisce dunque 2-2 Sorrento-Altamura, un pareggio importante per la classifica. Il calendario del Sorrento riprenderà l’11 aprile in casa con il Francavilla e il 14 aprile con i rossoneri impegnati a Bitonto.

 

sorrento - altamura

Più informazioni su

Commenti

Translate »