Quantcast

Napoli corsaro e tre punti d’oro

Politano mette la firma sulla rete che decide una gara con gli azzurri che hanno giocato da squadra ed ordinati

 

Redazione –  Il Napoli è stato corsaro a Milano racimolando tre punti d’oro.

Politano mette la firma sulla rete che decide una gara con gli azzurri che hanno giocato da squadra ed ordinati, dove nel primo tempo hanno fatto vedere i sorci verdi a Donnarumma, però non centrando il bersaglio che poi lo è stato ad inizio della ripresa.

Zielinski ci prova per due volte: al 16’ lancio di Di Lorenzo a premiare l’inserimento in area del polacco. Quasi scivolando calcia col destro, devia Donnarumma; al 29′ sventagliata perfetta di Fabian per Insigne. Il capitano con un rasoterra trova Zielinski che accorre in area. Tiro col mancino e palla che termina di un soffio a lato.

In una partita spezzettata per qualche fallo, il Napoli è sceso in campo concentrato, ha un buon fraseggio che mette in ansia il diavolo che subisce, Insigne, Zielinski e Fabian Ruiz salgono di giri, ed il pressing azzurro è asfissiante intorno al 33’. La squadra di Pioli ha una fiammata con Leao al

33’ che prova a sorprendere Ospina che risponde presente in  due tempi. Lo stesso copione si legge per qualche minuto all’inizio della ripresa, dove gli azzurri si portano in vantaggio al 4’ : verticalizzazione di Zielinski per Politano lanciato in area. Tiro col destro a incrociare che si infila alle spalle di Donnarumma. Napoli molto reattivo che pressa su tutti i palloni e non concede opportunità ai padroni di casa  e va vicino al raddoppio con Fabian Ruiz  al 13’: cross di Politano per l’accorrente spagnolo, che si coordina e calcia col mancino, però Donnarumma risponde presente, poi sulla seconda conclusione si frappone Gabbia.

Il Milan alza di più il suo baricentro è stavolta qualche sorcio verde lo vede la porta di Ospina, che però non viene trafitto. Risponde smanacciando al 26’ la palla di Rebic che finalizza su una punizione di Tonali, il quale ci prova al 32’ ma sventa la minaccia Koulibaly in corner. I rossoneri arrivano con una certa facilità a 25 metri dalla porta azzurra, ma il Napoli facendo densità e soffrendo in difesa, non concede molto al diavolo. Che poi reclama per un atterramento di Theo Hernandez che entra in contatto con Bakayoko, dopo qualche minuto si consulta il Var ed alla fine l’arbitro Pasqua decide che non è rigore. Il Milan resta in dieci al 47’ per l’espulsione di Rebic  per proteste. Il Napoli con Osimhen dopo sessanta secondi sfiora il raddoppio, ma la sua conclusione sibila vicino al palo.

MILAN-NAPOLI 0-1

Goal: 4’st Politano.

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Dalot, Gabbia, Tomori, Theo; Tonali, Kessie (68′ Meite); Castillejo (59′ Saelemaekers), Calhanoglu (59′ Diaz), Krunic (59′ Rebic); Leao (78′ Hauge).

A disposizione: A. Donnarumma, Tatarusanu, Kalulu, Kjaer, Meite, Hauge. Allenatore: Pioli.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Fabian, Demme ( Bakayoko); Politano (80′ Rui), Zielinski (75′ Elmas), Insigne; Mertens (58′ Osimhen). A disposizione: Contini, Meret, Cioffi, Costanzo, Lobotka, Zedadka. Allenatore: Gattuso.

ARBITRO: Pasqua di Tivoli.

ASSISTENTI: Costanzo-Vecchi; IV: Abisso;

VAR: Mazzoleni; AVAR: Paganessi.

ESPULSO Rebic (M) al 92′ per proteste.

AMMONITI: Hernandez (M); Maksimovic, Di Lorenzo (N).

RECUPERO: 1′ – 5′.

GiSpa

 

Commenti

Translate »