Quantcast

Massa Lubrense, Marina del Cantone: nuovo danno al territorio. Lavori autorizzati e in regola

Massa Lubrense, Marina del Cantone: nuovo danno al territorio. Riceviamo e pubblichiamo questa segnalazione. “La macchia mediterranea subisce ancora una violenza nella frazione di Nerano, esattamente al bivio per il Recommone, dove con interventi edilizi portati avanti anche durante la pandemia e il lockdown sono stati distrutti centinaia di metri quadri di verde per fare posto al cemento ed alle auto.

Con un lento ma inesorabile lavoro distruttivo, sono state eliminate numerose essenze arboree con una progressiva diminuzione delle superfici destinate al verde: secolari alberi di ulivo, rigogliose palme, agavi, mirti, oleandri hanno dovuto lasciare il posto a cemento e pietre ben delimitati da cartelli indicanti “proprietà privata”. 

Massa Lubrense, Marina del Cantone: ennesimo scempio ai danni del territorio
Massa Lubrense, Marina del Cantone: ennesimo scempio ai danni del territorio

Insomma, un luogo da sempre ricco di vegetazione, è diventato oggi uno stallo di sosta privato delimitato dalle catene, colonne di cemento, ringhiere in ferro e dove finanche sulla strada pubblica è stato apposto una targhetta con su scritto “proprietà Syrenuse”! Sul luogo dove una volta esisteva una via vicinale di uso pubblico percorsa da secoli dai nostri avi sorge adesso una zona delimitata da cancelli e catene, dove il privato si é sostituito al pubblico. 

E’ tutto lecito? Gli amministratori di Massa Lubrense che dovrebbero tutelare il territorio come il bene più prezioso della comunità perché acconsentono al perpetuarsi di questi scempi?”. 

Il privato ci ha contattati indirettamente facendoci sapere che hanno tutti i permessi e sono in regola autorizzati.

Commenti

Translate »