Quantcast

L’incredibile storia di Essad Bey: lo scrittore misterioso che visse e amò Positano

Più informazioni su

Positano. Sul Corriere del Mezzogiorno di oggi, 16 marzo, Carlo Knight ricostruisce la fantastica storia di un bestseller “Ali e Nino” e del suo misterioso autore Kurban Said alias Essad Bey, che amò e visse a Positano.

Sono state ritrovate nel Municipio di Positano le carte redatte dalla Polizia su Essad Bey, ebreo, scrittore nato a Baku nel 1905, trasferitosi a Positano nel 1939. A causa del morbo di Raynaud gli dovettero amputare le dita dei piedi un dito dopo l’altro, sopravvisse grazie all’aiuto di Maria Rispoli proprietaria della Buca di Bacco. Ripercorriamo insieme questa storia così affascinante e suggestiva.

L'incredibile storia di Essad Bay: lo scrittore misterioso che amò e visse a Posiano

Come la storia ci insegna, nel pieno della seconda guerra mondiale, molti intellettuali preferirono abbandonare il proprio paese per rifugiarsi in luoghi più sicuri. Alcuni scelsero l’Italia non ancora contaminata dalle ideologie razziali che avevano trovato terreno fertile altrove. Il Belpaese era terra nota per il rispetto verso chi andava alla ricerca di asilo e protezione.

E’ la scelta che opera Essad Bey nel 1939, approdando a Positano da Costantinopoli dove s’era rifugiato con il padre dopo la fuga da Baku nel Caucaso. In questo angolo di paradiso, perla della Costa d’Amalfi, Essad Bey ritrova i colori ed i sapori della sua terra. Positano gli rammenta la sua Baku, il Tirreno il Mar Caspio, le isole di fronte quelle del suo luogo natio.

Scelta felice, ma soprattutto felice il rapporto che lo scrittore russo riuscirà ad intessere con la terra adottiva fino alla morte, terra che ne accoglierà i resti mortali nel punto più bello e panoramico del piccolo e caratteristico cimitero di Positano. Una storia interessante questa di Essad Bey, come quella di tanti esuli russi che saranno costretti a trascorrere il resto della loro vita lontano dalla propria terra.6ESSAD

Più informazioni su

Commenti

Translate »