Quantcast

Libri donati dall’Arma ai ragazzi di Nisida

Napoli – L’Arma dei Carabinieri ha donato più di duemila libri ai ragazzi del carcere di Nisida.“Coraggio… piccolo soldato dell’immenso esercito. I tuoi libri sono le tue armi, la tua classe è la tua squadra, il campo di battaglia è la terra intera, e la vittoria è la civiltà umana.”A scrivere questa breve riflessione è stato Edmondo De Amicis, lo scrittore di Oneglia entrò nel Collegio militare di Torino a 16 anni e a 20 anni, come sottotenente, partecipava alla Battaglia di Custoza, senza rinunciare ai suoi libri proponendosi come giornalista al fronte, disciplina e amore per la Verità. I libri e la lettura sono due strumenti indispensabili per aprire la propria mente, per imparare a confrontantarsi con il pensiero di un altro, scoprire che la vita ha molto altro da offrire ma non ti regala nulla: ci vogliono forza d’animo e disciplina. E’ per questo che iniziative come questa dell’Arma dei Carabinieri di donare libri ai ragazzi di “Nisida” è lodevolissa, un grazie alla sensibilità del Comandante Provinciale, il Generale Canio Giuseppe La Gala molto attivo anche nella promozione culturale. I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno, infatti, recentemente consegnato al Direttore dell’Istituto penitenziario minorile di Nisida, Gianluca Guida, 2207 libri, un’ampia gamma di testi della Biblioteca della Legione Carabinieri “Campania”, destinata a costituire un valido strumento integrativo nella rieducazione dei minori ospiti della casa circondariale. La consegna, svolta nel rispetto delle norme anti contagio, è stata curata dal comandante della Compagnia di Napoli Bagnoli Maggiore Federico Lori. I volumi di vario genere letterario, narrativa, storia e altre materie sono stati messi a disposizione dei ragazzi affinché possano rappresentare un punto di riferimento per la loro formazione. a cura di Luigi De Rosa

Generico marzo 2021

Commenti

Translate »