Quantcast

Le Sirenuse di Positano su Vogue: un museo con le opere degli artisti ospiti

Più informazioni su

Un tour guidato per Le Sirenuse di Positano,  dentro la storia del turismo d’eccellenza.  E’ quello che ha offerto del prestigioso albergo a cinque stelle della perla della Costiera amalfitana, sulle sue pagine, Vogue Francia a firma di Par Jade Simon. Una panoramica nel primo albergo d’élite, che proprio quest’anno compie i 70 anni di vita,  della cittadina della Costa d’ amalfi, fra saloni eleganti, bar raffinati, piscina incantevole. Vogue  si sofferma anche sulla grande passione per l’arte dei Sersale .  Che stanno realizzando con i propri ospiti artisti un vero e proprio straordinario museo nelle sue sale. I proprietari, grandi amanti dell’arte, hanno installato negli anni numerose opere d’arte della loro collezione privata, ma sono andati oltre con un programma originale curato da una grande esperta. L’hotel  guidato da Carla e Antonio Sersale dal 2015 , si avvale della collaborazione della curatrice britannica Silka Rittson-Thomas.  Con  “Artists at Le Sirenuse”, ogni anno  si   invita un artista per  creare un’opera d’arte in dialogo con l’atmosfera e lo spirito di questa destinazione fantastica. Tra questi artisti  Rita Ackermann, Caragh Thuring, Matt Connors, Alex Israel, Stanley Whitney e Martin Creed. Un’idea straordinaria, se pensiamo ai tanti artisti passati per il nostro paese avremmo potuto avere una delle gallerie più belle del mondo.

Le Sirenuse Positano bar foto Ydo Sol

Clicca qui per l’articolo di Vogue

Nel video il tour del gruppo Grand Luxury Hotel che presenta così l’hotel che compie i 70 anni di vita.

A visit to Le Sirenuse. Grand Luxury Hotels brings you to a Positano summer house with a charm and beauty that’s hard not to love. Carrying with it the memories, warmth, and affection of its owners, Le Sirenuse is the kind of hotel that is hard to replicate, simply because… it is not a hotel. Once the summer house of the Sersale family, Le Sirenuse opened its doors to the public in 1951, welcoming the entire world to spend their days lazing around, gazing at the Positano Bay, sitting amidst colourful bougainvilleas and sipping cocktails. And while its deep red facade may hide stark white interiors filled with international artworks, creeping vines, and tasteful chandeliers, guests can wander around feeling like they are at their own place, with ease and nonchalance, yet always coming across something fascinating on their way.

Foto credits Ydo Sol

Più informazioni su

Commenti

Translate »