Quantcast

La Salernitana esce imbattuta dal” Tombolato” ma scivola al quarto posto

Più informazioni su

    CITTADELLA-SALERNITANA 0-0

    CITTADELLA (4-3-2-1): Kastrati; Ghringhelli (45′ Benedetti), Camigliano, Adorni, Donnarumma; Proia, Iori, D’Urso; Baldini (69′ Rosafio), Gargiulo; Ogunseye. A disp: Maniero, Manfrin, Perticone, Frare, Smajlaj, Pavan, Beretta, Tavernelli. All: Venturato.

    SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyombér, Veseli; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi (74′ Anderson), Jaroszynski (74′ Durmisi); Gondo (61′ Tutino), Djuric (82′ Kristoffersen). A disp: Adamonis, Micai, Mantovani, Schiavone, Cicerelli, Boultam, Kupisz, Kiyine. All: Castori

    Arbitro: Manganiello di Pinerolo (Avalos/Nuzzi). IV Uomo: Volpi di Arezzo

    Note: Angoli: 7-4: Ammoniti: Adorni, Iori (C), Anderson, Jaroszynski, Gyombér (S); Recupero: 3′ st

    Un altro pareggio a reti bianche per la Salernitana che nel turno infrasettimanale del torneo cadetto esce imbattuta dall’insidiosa trasferta di Cittadella. Un pareggio tutto sommato giusto quello maturato al “Tombolato” dove la squadra di Castori ha anche sfiorato il vantaggio con la traversa a fermare Bogdan che, per poco, non ha ripetuto l’impresa dell’andata quando decise la partita a tempo quasi scaduto. Un pareggio legittimato nel finale dai padroni di casa, vicinissimi al gol-vittoria con Proia il quale ha dovuto fare i conti con un legno clamoroso.

    LA CRONACA. Castori si affida ancora al 3-5-2 con Gondo e Djuric in avanti: sulla destra si rivede Casasola dall’inizio mentre in difesa viene confermato Veseli al posto di Mantovani. Venturato risponde col ‘solito’ 4-3-2-1: in attacco c’è il solo Ogunseye sostenuto dalla coppia Baldini-Gargiulo. La partenza è tutta ospite: la Salernitana infatti inizia con l’approccio giusto: dopo soli 5’ Casasola tenta l’involata solitaria verso la porta avversaria ma la conclusione è da dimenticare, con la palla che finisce alle stelle. Al 12’ ci prova Djuric su cross proprio di Casasola ma la girata del bosniaco termina di poco a lato. Il Citta sembra in difficoltà e pochi secondi dopo la Salernitana va vicinissima al vantaggio con Bogdan che colpisce la traversa con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra. Col passare dei minuti cala il ritmo della partita, equilibrata fino alla fine della prima frazione.

    Il secondo tempo inizia con un cambio per il Cittadella (dentro Benedetti per Ghiringhelli) e soprattutto con una ghiotta occasione per i padroni di casa: Bogdan deve allungarsi e rifugiarsi in calcio d’angolo sulla conclusione in diagonale di Gargiulo dopo cinque minuti nel corso della ripresa. I veneti continuano a spingere e cercano nuovamente il gol, prima con un calcio d’angolo dalla sinistra, poi con una conclusione di Proia che non inquadra lo specchio della porta. La Salernitana prova a ricompattarsi ed al 56’ torna a rendersi pericolosa con Djuric che, servito da Di Tacchio, approfitta di un pasticcio difensivo del Cittadella andando a calciare col sinistro senza trovare la porta difesa da Kastrati. A mezz’ora dalla fine, Castori prova a dare maggiore vivacità alla manovra offensiva inserendo Tutino al posto di Gondo ma senza i risultati sperati. La partita infatti resta equilibrata, con qualche timido tentativo da parte di entrambe le squadre.

    A poco più di un quarto d’ora dalla fine, Castori gioca anche le carte Durmisi e Anderson, dando alla sua squadra più fantasia e pericolosità. L’italo-brasiliano crea scompiglio nella difesa veneta ma senza riuscire a sbloccare il risultato, anche dopo l’ingresso di Kristofferesen nel finale. I minuti conclusivi della partita vedono i padroni di casa più pericolosi, prima con Bogdan che per poco non realizza un clamoroso autogol e poi con Proia – fermato dal palo a pochi secondi dalla fine – ma al triplice fischio il risultato è di zero a zero. L’undicesimo risultato utile consecutivo per la Salernitana, ancora imperforabile in difesa ma in difficoltà nel trovare la via del gol.

    Fonte:salernitana news

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »