Quantcast

La Danimarca sospende il vaccino Astrazeneca. In Italia divieto di utilizzo di un lotto del medicinale

Più informazioni su

A causa di problemi di coagulazione del sangue in alcuni pazienti la Danimarca ha sospeso per precauzione l’uso del vaccino AstraZeneca. Sui casi verificatesi sono in corso accertamenti anche se l’autorità danese comunica cha al momento non è stato determinato che ci sia un legame tra il vaccino ed i coaguli di sangue.

Anche l’Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo del lotto ABV2856 su tutto il territorio nazionale e si riserva di prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con l’EMA, agenzia del farmaco europea.

Un caso sospetto – come riporta l’Ansa – sarebbe stato registrato in Sicilia, un militare in servizio ad Augusta in provincia di Siracusa, Stefano Paternò di 43 anni, è morto ieri mattina per un arresto cardiaco nella sua abitazione. Il militare si era sottoposto alla prima dose di vaccino delle stesso lotto a cui fa riferimento l’AIFA. Intanto ci sono sospetti su un secondo decesso, un’agente della squadra mobile di Catania, che ha ricevuto lo stesso lotto di AstraZeneca.

Domenica scorsa l’ufficio federale austriaco per la sicurezza sanitaria ha reso noto di avere sospeso la somministrazione di un lotto di vaccini AstraZeneca (il numero ABV5300) in seguito al decesso di una donna ed il ricovero di un’altra per un’embolia polmonare dopo la somministrazione di due dosi del vaccino.

Più informazioni su

Commenti

Translate »